indietro

RIGETTO CRONICO DEL RENE TRAPIANTATO: ANALIZZATO IL PROFILO GENICO

I risultati presentati sul numero 76 (539 - 547) della rivista Transplantation.

08/12/2003
La nefropatia cronica è un processo infiammatorio poco conosciuto che limita il tasso di sopravvivenza di molti reni trapiantati. Per fare luce sulla base molecolare della nefropatia cronica del trapianto, l'équipe guidata Johannes Donauer dell'University Hospital Freiburg ha analizzato il profilo genico del rigetto cronico del rene trapiantato. Attraverso la tecnica del cDNA microarray, che consente l'analisi contemporanea del livello di espressione di migliaia di geni diversi, sono stati confrontati i profili genici di 13 reni trapiantati con rigetto cronico con 16 reni normali e 12 reni policistici per distinguere i geni presenti nel tessuto renale normale e quelli specifici per insufficienza renale terminale. Eliminati i geni con un segnale prossimo al background, sono stati individuati 2190 geni utili per l'analisi statistica. Il clustering su 571 geni ha differenziato il tessuto normale da quello trapiantato, e il tessuto trapiantato da quello del rene policistico. La maggior parte di questi geni codificano per proteine che intervengono nel metabolismo cellulare, nell'attivazione trascrizionale, nei segnali cellulari, nell'adesione e nella risposta immunitaria. In particolare, dal profilo dettagliato dell'espressione genica di rigetti di rene cronici sono state rilevate due distinte sottoclassi di rigetti di trapianto cronico. L'eterogeneità genetica emersa dall'analisi non può essere spiegata da nessun dato clinico o istologico. Gli autori concludono che lo studio del profilo genetico con la tecnica del microarray potrebbe rilevare una molteplicità di elementi che partecipano alla nefropatia del trapianto che rispecchia l'origine multifattoriale del rigetto cronico. (Fatti e cifre n. 45)
torna su