indietro

Riuscito a Zurigo un trapianto storico.

Realizzate, in prima mondiale due complesse operazioni combinate.

21/12/2012
Un team di chirurghi dell'Ospedale universitario di Zurigo ha realizzato in prima mondiale un trapianto di fegato combinato con la resezione e la ricostruzione di una parte del tessuto cardiaco. La paziente è una 22.enne che ha sviluppato un tumore provocato da un verme parassita: l'Echinococcus multilocularis. Le infezioni provocate da questo parassita sono piuttosto diffuse in Svizzera, scrive oggi in una nota l'Ospedale universitario. Il tumore, diagnosticato lo scorso mese di aprile, aveva un diametro di dieci centimetri ed ha attaccato il fegato, la vena cava e parte del diaframma e dell'atrio destro del cuore. I tessuti danneggiati sono stati asportati e sostituiti a partire dai vasi sanguigni di un donatore. In una seconda sala operatoria un altro gruppo di chirurghi ha prelevato una parte del fegato della sorella della paziente, che è stato in seguito trapiantato. L'operazione, eseguita alla fine di settembre, è durata undici ore e ha visto la partecipazione di 20 specialisti. La giovane paziente si è ripresa bene e si trova ora in convalescenza. "Potrà condurre una vita senza restrizioni, come il divieto di fare sport o l'obbligo di seguire una dieta speciale", ha affermato il professor Pierre-Alain Clavien, direttore della Clinica di chirurgia viscerale e dei trapianti.
torna su