indietro

Sorveglianza e Vigilanza su prodotti di origine umana: gli esperti della NOTIFY Library insieme a Roma

Da Trapianti.net

29/11/2016
Cinquanta partecipanti da 15 paesi del mondo sono in meeting a Roma: una due giorni di confronto e lavoro sulla Notify Library. Nata nel 2011, la library raccoglie, a scopo didattico, tutta la letteratura scientifica in materia di eventi e reazioni avverse gravi avvenute nel campo trasfusionale e della donazione e trapianto di organi, tessuti, cellule e cellule riproduttive. La NOTIFY Library è un’iniziativa promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Centro Nazionale Trapianti, (collaborating center OMS in tema di Vigilance and survellance for human Cells, Tissues ond Organs).

Dall’anno della sua nascita ad oggi la Notify Library ha analizzato più di 1200 casi didattici, più di 2300 articoli pubblicati in letteratura ed è diventata, di fatto, uno strumento molto prezioso per tutti gli operatori del settore di ogni parte del mondo perché ha facilitato in primo luogo l’emersione degli eventi avversi riguardanti i prodotti di origine umana (MPHO) dalla letteratura internazionale, in secondo luogo la loro classificazione per gruppi di appartenenza (organi, tessuti, cellule, sangue, cellule riproduttive, medicinali derivati da MPHO, ecc) il tutto a scopo didattico.

Il panel di esperti riuniti oggi a Roma è costituito dal gruppo editoriale che vaglia e cataloga i casi provenienti dalla letteratura (articoli, review, libri) e dalla letteratura grigia (case raport descritti dai programmi di vigilanza o da singoli esperti). Nella mattinata la sessione plenaria è stata dedicata alla descrizione dello stato dell’arte del progetto NOTIFY, dei risultati ottenuti, degli obiettivi futuri. Il pomeriggio e tutta la giornata di domani saranno dedicati ai gruppi di lavoro che definiranno nel dettagli i prossimi passi da fare.

Dal 2011 ad oggi la Notify Library ha avuto un costante incremento di utilizzatori divisi per OMS Regional Office (America, Africa, Europa, Medio Oriente, Sud est asiatico, Pacifico) con una prevalenza di utilizzatori in Europa e in America, dove i sistemi di vigilanza e sorveglianza sono maggiormente diffusi. A fronte di questo contributo maggiore di “case report” da parte di questi paesi c’è da notare il costante aumento di richieste su casi specifici da regioni dove i sistemi di vigilanza sono ancora in fase di implementazione o sviluppo. Questo dato, uno dei più interessanti emersi nel corso della mattinata, testimonia il valore didattico della NOTIFY library e l’importanza dello strumento.

torna su