indietro

Spagna: i dati 2012 confermano la leadership a livello mondiale.

181 ospedali autorizzati per il prelievo e 43 per eseguire i trapianti.

16/01/2013
La segretaria generale della Sanità spagnola, Pilar Farjas, e il direttore della ONT Raphael Matesanz, hanno presentato il 15 gennaio scorso il bilancio di attività della ONT per il 2012. Il sistema dei trapianti spagnolo, nonostante il lieve calo nel tasso di donazione (da 35,3 a 34,8 pmp) dimostra la sua forza: 1.643 i donatori e 4.211 i trapianti (+ 2,1 % per il rene, + 3,5% per il polmone, + 4,2 per il cuore). Il tasso dei rifiuti da parte delle famiglie è del 15,6%. Con questi dati, la Spagna continua ad avere la leadership a livello mondiale: la media degli Stati Uniti è di 26,0 pmp quella dell’Unione europea di 19,0 pmp. Le cifre totali in dettaglio: DONATORI 1.643 (1.667 nel 2011) TRAPIANTI Totale: 4.211 (4.222 nel 2011) con la seguente specifica: Rene: 2.551 (2.494) Fegato: 1.084 (1.137) Polmone: 238 (230) Cuore: 247 (237) Pancreas: 83 (111) Intestino: 8 (9) DONAZIONI La donazione in asistolia (per un totale di 161 donatori) è aumentata di circa il 40% e si conferma come la principale via di espansione nella donazione da cadavere. Rappresenta ormai il 10% di tutti i donatori di Madrid e 17 ospedali, di 9 Comunità Autonome, hanno partecipato a questo tipo di donazione. Questo incremento ha compensato la diminuzione di donatori in morte cerebrale, una tendenza che si osserva in tutti i paesi occidentali, come conseguenza del miglior trattamento nelle rianimazioni e della prevenzione degli accidenti cerebrovascolari. DONAZIONE DI RENE DA VIVENTE La donazione di rene da vivente (+16%) ha raggiunto livelli record con 361 donatori e rappresenta il 14,2% di tutti i trapianti di rene . COMUNITÀ AUTONOME CON IL PIÙ ALTO TASSO DI DONATORI Castilla Y Leon (51,1 donatori per milione di abitanti) Cantabria (45,5) Asturias (44,6) Pais Vasco (40,6) La Rioja (40,2) Castilla Y Leon (41,4) In allegato i dati del 2012.
torna su