indietro

STAMINALI EMBRIONALI: LE PRIME DAL MAIALE

Create le prime cellule staminali embrionali di maiale riprogrammando cellule adulte dell'orecchio e del midollo osseo.

07/06/2009
Create le prime cellule staminali embrionali di maiale riprogrammando cellule adulte dell'orecchio e del midollo osseo: staminali che potrebbero servire per costruire organi umanizzati 'di ricambio' per pazienti in lista d'attesa trapianto. E anche per creare maialini con specifiche caratteristiche come la resistenza all'influenza suina. La notizia è pubblicata sul Journal of Molecular Cell Biology. Le cellule 'made in Shangai' possono servire anche a mimare malattie umane nei maiali, per permettere ai ricercatori di testare nuovi farmaci senza ricorrere a volontari. Ma anche, in veterinaria, per migliorare l'allevamento con esemplari più sani e, ipotizza Xiao, per regolare la loro crescita. Buone notizie per la ricerca, ma potrebbero essere necessari alcuni anni perché alcune delle possibili applicazioni di questo lavoro possano essere usate nelle pratica clinica, avverte lo scienziato cinese. n gruppo di scienziati cinesi ha modificato cellule di maiali adulti, dando loro la capacità di trasformarsi e formare tessuti di diversi organi, proprio come 'cellule bambine' embrionali. In questo modo, grazie alle simil-staminali di maiale, i ricercatori sperano di aiutare la ricerca sulle malattie, e allevare animali speciali da usare per gli xenotrapianti, come fonte di organi a prova di rigetto. Non solo. Si potrebbero sviluppare anche maiali resistenti al virus A/H1N1. I precedenti tentativi di trasformare cellule adulte di animali in staminali pluripotenti finora erano falliti, spiega Lei Xiao dello Shangai Institute of Biochemistry and Cell Biology, autore della ricerca pubblicata sul 'Journal of Molecular Cell Biology'. Il risultato del team cinese "è dunque interamente nuovo, molto importante e con numerose possibili applicazioni sia per la salute umana, che per quella animale", sostiene Xiao. Il suo gruppo di ricercatori ha riprogrammato cellule prelevate da orecchie e midollo dei maiali, usando un cocktail di sostanze chimiche introdotto nelle cellule attraverso un virus-vettore. I test hanno mostrato che queste cellule riprogrammate sono in grado di trasformarsi nelle 'tessere' che formano qualsiasi tipo di tessuto umano. Insomma, sono proprio simili alle staminali embrionali Ma perché usare i maiali? Questi animali sono potenzialmente una fonte ideale per organi da trapiantare nell'uomo, ricorda Xiao, perché i loro sono simili ai nostri per funzioni e dimensioni. Cellule staminali riprogrammate di suino potrebbero essere usate per creare in laboratorio un organo compatibile con il sistema immunitario umano, riducendo al minimo il pericolo di rigetto e aggirando il problema della carenza di donazioni. vipas
torna su