indietro

SVIZZERA: NUOVA CAMPAGNA PER LA DONAZIONE DI ORGANI

Informazione dell'UFSP alla popolazione sul tema del trapianto e della donazione di organi, tessuti e cellule.

02/03/2008
Il 25 febbraio 2008 l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha lanciato di nuovo una vasta campagna sul tema del trapianto e della donazione di organi. Mentre la campagna dell'anno scorso verteva principalmente sulla nuova legge sui trapianti, in quella di quest'anno la popolazione svizzera sarà interpellata direttamente con manifesti e spot televisivi e motivata a informarsi e a discutere con i propri familiari della loro volontà personale di donazione. «Donazione di organi sì o no? So cosa voglio!». Questo ed altri slogan simili saranno visibili nei prossimi giorni in Svizzera su manifesti, nei bus e nei tram nonché in spot televisivi. L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) intende motivare la popolazione ad informarsi in merito al trapianto e alla donazione di organi, tessuti e cellule a parlarne con i familiari. Solo chi è ben informato è in grado di farsi un'opinione in proposito e di decidere in caso di decesso se donare organi e tessuti. www.transplantinfo.ch: una fonte d'informazione neutra Il 1° luglio 2007, giorno dell'entrata in vigore della nuova legge sui trapianti, l'UFSP ha predisposto un portale Internet che presenta i diversi aspetti della medicina dei trapianti, in modo completo e oggettivo. Nel sito gli insegnanti hanno a disposizione un ambiente di apprendimento («Capire il trapianto») destinato agli studenti di licei e scuole professionali. L'indirizzo del sito figurerà sui manifesti e negli spot televisivi della campagna 2008. Compilare la tessera di donatore e parlare con i familiari Nella legge sui trapianti è stato sancito a livello federale il principio del consenso allargato per quanto concerne la donazione di organi in caso di decesso. Ciò significa che prevale la volontà della persona deceduta. Essa può essere documentata ad esempio sulla tessera di donatore. Se tale volontà non è nota, spetta ai familiari decidere in merito al prelievo di organi o di tessuti. In questi momenti difficili la scelta di consentire una donazione è ardua sia per i familiari che per il personale ospedaliero. È proprio per questo che l'UFSP ha optato per un messaggio chiaro e semplice: «Si informi e discuta della Sua volontà di donazione quando è ancora in vita!» - anche se è già stata compilata una tessera di donatore. (vipas)
torna su