indietro

TRAPIANTI DI FEGATO NEI SIEROPOSITIVI: 3 I CENTRI IN ITALIA

I centri ospedalieri di Modena, Palermo e Roma autorizzati ad eseguire trapianti di fegato nei pazienti sieropositivi con patologia di cirrosi epatica.

27/11/2002
Sono tre i centri ospedalieri italiani autorizzati ad eseguire il trapianto di fegato nei pazienti sieropositivi con patologia di cirrosi epatica. L'annuncio è stato dato al Congresso nazionale dell'Anlaids, che si è svolto nei giorni scorsi a Torino. I centri interessati sono quello diretto dal Professore Antonio Daniele Pinna a Modena, quello guidato dal Professore Eugenio Santoro al "Regina Elena" di Roma e, infine, quello guidato dal Professore John J. Fung all'Ismett di Palermo. " E' un progetto di grande valenza scientifica e sociale e ha preso il via sull' onda dello studio americano denominato "Host"- afferma il professore Francesco Chiodo, direttore dell'Istituto di Malattie infettive dell'Università di Bologna e coordinatore del progetto italiano. In America da qualche anno i sieropositivi e i malati di AIDS con buone possibilità di soravvivenza sono inseriti nella lista di coloro che attendono un trapianto. Si apre quindi per i sieropositivi una grande speranza, anche se per ora si parla di trapianti di organi solidi, come il rene e il fegato. Per quanto riguarda il progetto italiano, si tratta di un programma sperimentale con carattere estremamente selettivo ed è finalizzato ad individuare il numero di pazienti Hiv candidati al trapianto, che sono centottanta in tutta Italia e già inseriti in lista. (vipas)
torna su