indietro

TRAPIANTI: L'ITALIA SEMPRE PIU' "LEADER" IN EUROPA

Come si posiziona il nostro Paese nel confronto con analoghe realtà sanitarie in Europa?

09/12/2002
Il 24 febbraio 2000 veniva istituito, come previsto dalla legge 91/99, il Centro Nazionale Trapianti. A distanza di due anni e mezzo di attività, riportiamo in brevissima sintesi i risultati del lavoro svolto. L'Italia è ai VERTICI EUROPEI per: il numero di donatori di cornea;il numero di donatori di organi e tessuti; il sistema informativo trapianti; la standardizzazione della qualità degli organi; il progetto di qualità dei trapianti; la normativa sulla qualità dei centri trapianto. L'Italia è SOPRA LA MEDIA EUROPEA per: la donazione di organi; la formazione dei coordinatori; l'incremento dell' attività chirurgica di trapianto; l' attività di ricerca clinica nei centri trapianto; i protocolli nazionali (donazioni da vivente, trapianto nel paziente HIV) ; la normativa sulla sicurezza del trapianto. L'Italia è NELLA MEDIA EUROPEA per: le problematiche delle liste di attesa ( nuovi sviluppi: informattizzazione liste, trasparenza etc); la qualità dell'organizzazione; la posizione funzionale dei coordinamenti e dei coordinatori (accordo stato-regioni). L'Italia è SOTTO LA MEDIA EUROPEA per: la difformità delle attività di donazione e trapianto nel territorio nazionale; la molteplicità delle iscrizioni in lista.
torna su