indietro

TRAPIANTI DI FEGATO: NASCONO LINEE GUIDA PER I CENTRI ITALIANI

Le ha decise una commissione dell'Associazione per lo studio del fegato (Aisf), coordinata dai professori Mario Angelico e Bruno Gridelli.

22/02/2004
Linee guida comuni per i 15 centri autorizzati ad effettuare i trapianti di fegato in Italia. Le ha decise l'Associazione per lo studio del fegato (Aisf) in un incontro che si e' tenuto all'universita' La Sapienza di Roma. Fino ad ora i criteri per accedere al trapianto erano basati piu' su giudizi clinici di valutazione dei malati e il tempo che essi stavano in lista di attesa. Ora una commissione di gastroenterologi e chirurghi coordinata dai professori Mario Angelico e Bruno Gridelli, hanno stabilito criteri e parametri di gravita' della malattia, elementi che garantiscono ancora di piu' i malati in attesa di un nuovo organo. Questi criteri, ha spiegato Gridelli, saranno adottati da tutti i centri e saranno la base per una selezione trasparente e condivisa per le liste di attesa. Degli oltre 3200 trapianti di fegato eseguiti negli ultimi 4 anni, secondo il centro nazionale trapianti, c'e' ancora uno squilibrio tra le necessita' e le disponibilita' di organi, che impone scelte difficili alla comunita' medica nel definire i criteri di inserimento in lista e di allocazione degli organi. (ANSA)
torna su