indietro

TRAPIANTI DI INTESTINO: TRE I CENTRI AUTORIZZATI

Un programma nazionale di competenza del Centro nazionale trapianti e un'unica lista di attesa.

03/06/2004
Prende il via in Italia il programma nazionale per i trapianti di intestino che prevede l'autorizzazione di tre centri in Emilia Romagna, Lombardia e Lazio. I trapianti d'intestino non sono in Italia una novità: già da tre anni è attivo un programma sperimentale nel Policlinico di Modena (nel dicembre 2000 avvenne il primo trapianto) e a Torino, dove finora sono stati eseguiti quindici trapianti. Adesso però la decisione adottata dal Consiglio superiore di sanità e dall'Ufficio per la prevenzione del Ministero della salute intende razionalizzare questa attività con un programma nazionale di competenza del Centro Nazionale trapianti e un'unica lista di attesa nazionale. I Centri autorizzati sono : il policlinico S. Orsola di Bologna, che lavorerà in collaborazione con il policinico di Modena sotto il coordinamento del Professor Antonio Pinna per l'Emilia Romagna; il policlinico di Milano con il coordinamento del professor Luigi Rainero Fassati per la Lombardia; il policlinico Umberto I con il ccoordinamento del professor Pasquale Berloco per il Lazio. Con l'avvio del programma nazionale l'attività dei trapianti di intestino in Italia viene razionalizzata, ma gli interventi di questo tipo restano comunque in una fase sperimentale. Si tratta di trapianti particolarmente complessi da eseguire, che possono comprendere sia il trapianto dell'intestino isolato, oppure di intestino e fegato o ancora possono comprendere più organi come intestino, fegato, stomaco, pancreas e duodeno. (vipas)
torna su