indietro

TRAPIANTI DI MANO: CONGRESSO MONDIALE A VARENNA (LC)

Presenti le delegazioni delle équipes chirurgiche che hanno eseguito trapianti di mano nel mondo: cinesi, americani, francesi, austriaci, belgi, italiani e tedeschi.

13/09/2002
Sono in corso da stamane i lavori del 1 Congresso Mondiale del trapianto di mano, organizzato dal professore Marco Lanzetta dell'Ospedale San Gerardo di Monza e autore, nell'ottobre 2000, del primo trapianto di mano in Italia. Al congresso, che si svolge a Villa Monastero di Varenna (Lecco), partecipano delegazioni delle équipes chirurgiche che hanno eseguito trapianti di mano nel mondo: cinesi, americani, francesi, austriaci, belgi, italiani e tedeschi. Attualmente sono 15 le persone al mondo che hanno una nuova mano grazie al trapianto da quando, nel settembre 1998, il chirurgho francese Jean-Michel Dubernard ha eseguito all'ospedale Herriot di Lione il primo trapianto di mano da donatore cadavere. Dei 15 trapianti, 4 sono doppi. La Cina detiene il primato con quattro trapianti. Seguono con due Francia, Italia, Stati Uniti, Austria e Malesia. Nella conferenza stampa di presentazione dei lavori è stato lanciato l' appello perché aumentino nel mondo i trapianti di mano. "La mano ha molte funzioni, - ha dichiarato Lanzetta - serve per "fare", guidare, lavorare, anche per comunicare, se è vero che più dell'80% delle informazioni che giungono al cervello arrivano dalle mani". Inoltre è stato ribadito che i trapianti sono sicuri e il rischio di rigetto può essere controllato con i farmaci attuali. Sempre Lanzetta ha rivelato che una sua collaboratrice che ha lavorato ultimamente in Australia , porterà al confresso un lavoro in cui dimostra che è possibile sospendere la terapia immunosoppressiva dopo qualche tempo dal trapianto. Quello della mano è un trapianto particolare; si hanno due midolli ossei a contatto e dopo qualche tempo le cellule dell'uno possono indurre tolleranza verso i tessuti estranei. Procede bene anche il programma italiano. Dei cinque trapianti previsti in quattro anni, due sono stati già effettuati e il prossimo sarà effettuato prima di Natale. Presente alla conferenza stampa la giovane donna rumena che ha perso la mano destra in un incidente ferroviario e che ha iniziato l'iter diagnostico e psicologico per sottoporsi all'intervento. Sarà la prima donna al mondo a ricevere una nuova mano da un donatore cadavere. (vipas)
torna su