indietro

TRAPIANTI SU SIEROPOSITIVI: BUONA LA SOPRAVVIVENZA

Al Congresso mondiale sull'AIDS, in corso a Barcellona, presentati i risultati di tre centri USA specializzati in trapianti su sieropositivi.

10/07/2002
Al Congresso mondiale sull'AIDS, che si svolge in questi giorni a Barcellona, è stato presentato il primo studio che confronta la sopravvivenza a tre anni dal trapianto di 47 persone sieropositive con quella rilevata in generale nei trapianti. I dati nei due gruppi sono assolutamente paragonabili: il 74% contro il 76%. Le 47 persone sieropositive analizzate hanno ricevuto un trapianto di fegato o di rene nei tre centri americani specializzati (Pittsburgh, Miami e San Francesco) e seguono una terapia combinata anti Hiv. Commentando questi risultati il prof. Ignazio Marino , direttore dell'Istituto Mediterraneo Trapianti (ISMETT) ha affermato:" Sono risultati molto soddisfacenti e aprono nuove speranze ai pazienti sieropositivi che rischiano di morire a causa della cirrosi epatica". In Italia attualmente sono due i centri che hanno dato la disponibilità ad eseguire trapianti di fegato su sieropositivi: l'ISMETT di Palermo e il Policlinico di Modena. E sono già tre i pazienti in lista d'attesa all'ISMETT. (vipas)
torna su