indietro

TRAPIANTI SU SIEROPOSITIVI:ATTIVATO IL REGISTRO MONDIALE

Lo ha annunciato il chirurgho Ignazio Marino nel corso del convegno "Aids e tumori".

12/01/2003
Il primo registro mondiale dei trapianti d'organi nei pazienti sieropositivi è stato attivato in questi giorni presso la Thomas Jefferson University di Filadelfia (USA). Lo ha annunciato il chirurgo Ignazio Marino, nel corso dei lavori del convegno su "AIDS e tumori", organizzato ad Aviano dal Centro di riferimento oncologico. ''L'obiettivo - ha detto Marino, che è responsabile del registro - e' raccogliere dati sui trapianti finora eseguiti su pazienti sieropositivi in tutto il mondo, compresi quelli avvenuti in passato (una cinquantina, fra trapianti di cuore, rene e fegato), quando non esisteva la terapia combinata basata sugli inibitori della proteasi". I dati raccolti nel registro, permetteranno in futuro di aumentare le conoscenze in questo settore, ma anche di ridurre la diffidenza, ancora forte in tutto il mondo, contro questa terapia. "Finora, ha aggiunto Marino, e' stato realizzato il database del registro mondiale, sono state definite le informazioni da raccogliere che, oltre a quelle consuete relative alla sopravvivenza e alla funzionalita' dell'organo, comprenderanno i dati relativi alla doppia terapia farmacologica seguita da questi pazienti: quella immunosoppressiva e quella contro il virus Hiv. Si studiera' inoltre l'interazione tra questi due tipi di terapie e si raccoglieranno dati sulla biologia dei trapianti nei sieropositivi per verificare, ad esempio, se in questi pazienti c'e' una minore tendenza al rigetto".
torna su