indietro

TRAPIANTO CUORE-POLMONE: CUBA HA IL TASSO PIU' ALTO DI SOPRAVVIVENZA

Il successo dei trapianti non ha pero’ mortificato l’applicazione di altre tecniche alternative,

01/05/2006
Cuba ha il piu’ alto tasso sopravvivenza al mondo di pazienti con trapianto cuore/polmone: diciassette anni. E’ anche all’avanguardia, tra i Paesi dell’America Latina, per diversita’ e numero di interventi chirurgici al cuore. Il successo dei trapianti non ha pero’ mortificato l’applicazione di altre tecniche alternative, come la rivascolarizzazione coronarica ad alto rischio. Una menzione particolare spetta alla terapia cellulare, che appare come una delle strategie di maggiore avvenire contro l’insufficienza cardiaca, nonostante che non sia esente da difficolta’, e quindi bisognosa di ulteriore conoscenza prima dell’applicazione clinica. Cio’ che non impedisce di procedere con esperimenti che permettono dei passi avanti.Noel Gonzales, uno dei piu’ noti e prestigiosi medici cubani, ritiene che il trapianto di organi sia una soluzione parziale; secondo lui e’ necessario coadiuvarla sempre di piu’ con la terapia genica e la clonazione a scopo terapeutico. Il trapianto e’ infatti limitativo sotto vari aspetti: il costo, l’alta tecnologia medica, le complicazioni legate alla tecnica e, soprattutto, alla scarsita’ di donatori. Ecco perche’ e’ necessario promuovere la ricerca.   (aduc)
torna su