indietro

UN DISPOSITIVO MANTIENE IL BATTITO CARDIACO NEI CUORI PRELEVATI PER TRAPIANTO

Il dispositivo in questione, denominato Organ Care System, è stato messo a punto dall’azienda TransMedics Inc.

17/06/2007
Nel classico di Edgar Allan Poe “Il cuore rivelatore”, un assassino viene smascherato grazie ai battiti persistenti del cuore di un cadavere sepolto sotto al pavimento di casa . Ora l’incubo di Poe è divenuto un po’ più reale grazie a un nuovo dispositivo medico che mantiene il battito cardiaco nei cuori espiantati da trapiantare. Il dispositivo in questione, denominato Organ Care System, è stato messo a punto dall’azienda TransMedics Inc., e viene testato proprio in queste settimane in cinque strutture statunitensi all’avanguardia nel mondo in tema di trapianti: l’University of Pittsburgh Medical Center, il Brigham and Women’s Hospital di Boston, l’UCLA Medical Center di Los Angeles, l’University of Chicago Hospitals’ Cardiac Center e la Cleveland Clinic. L’Organ Care System è costituito da un contenitore speciale in grado di pompare sangue e fluidi organici nel cuore espiantato senza bisogno di basse temperature o fluidi artificiali costosissimi. Un cuore così trattato è in grado di continuare a battere mantenendo la sua funzionalità intatta per almeno 24 ore, mentre il contenitore viene inviato nella struttura sanitaria nella quale il trapianto avrà luogo. Bibliografia. Caplan Al. New machine keeps heart in a box beating. The American Journal of Bioethics on-line, 2007. david frati
torna su