indietro

UNIONE EUROPEA: SI' DEI MINISTRI DELLA SALUTE ALLE BANCHE DI CELLULE E TESSUTI

In una riunione informale a Malaga (Spagna) i Ministri della salute della UE ribadiscono l'importanza terapeutica di tessuti e cellule per i trapianti e auspicano una direttiva della Commissione Europea.

13/02/2002
Il Consiglio dei ministri della salute dell'Unione Europea, in un incontro avvenuto a Malaga (Spagna) l'8 febbraio scorso, ha registrato un'ampia convergenza sull'uso terapeutico di tessuti e cellule per trapianto. Ha inoltre sottolineato che l'uso terapeutico di tessuti e cellule - che porterà ad una proposta di direttiva della Commissione Europea prevista per il mese di giugno - dà un contributo importante per la tutela della salute dei cittadini. Il documento approvato alla fine dell'incontro prevede l'adozione di standard e di procedure di qualità per il reperimento, la valutazione, la conservazione e la distribuzione di cellule e tessuti. E' prevista la realizzazione di apposite strutture denominate "banche di cellule e di tessuti", che dovranno rispettare precisi requisiti per garantire la sicurezza e qualità del materiale biologico utilizzato per i trapianti. Il Ministro Sirchia, nel considerare molto positivi i risultati raggiunti, ha auspicato che dovranno essere attuati con l'adozione di apposite normative e programmi a livello europeo. Ha poi comunicato che "in Italia vengono effettuati ogni anno oltre 10.000 trapianti di tessuti (cornea, segmenti ossei, valvole cardiache, pelle, segmenti vascolari) ed oltre 1000 trapianti cellulari, soprattutto di cellule emopoietiche. In diverse regioni sono già attive banche per tessuti e per cellule che svolgono attività di eccellenza a livello europeo." (vipas)
torna su