indietro

USA: l’effetto weekend sul procurement degli organi.

Da Trapianti.net

08/12/2015
Nonostante la cronica penuria di organi i reni da donatore cadavere continuano ad essere scartati in misura non trascurabile. Questo è il motivo che ha spinto un gruppo di ricercatori della Columbia University a indagare a fondo per capirne le ragioni e aumentare il loro utilizzo ai fini del trapianto. Lo studio ha evidenziato, però, un aspetto inatteso e inquietante: gli organi hanno più probabilità di essere scartati durante il fine settimana rispetto ai giorni feriali. I risultati, che sono stati presentati alla Convention Kidney Week 2015 dell’American Society of Nephrology (San Diego 3-8 novembre u.s.), indicano anche che aumentando l’utilizzo degli organi reperiti durante il fine settimana si può contribuire ad affrontare la carenza di reni. Sumit Mohan, nefrologo alla Columbia University, e i suoi colleghi hanno esaminato le informazioni dal Registro Scientifico dei Trapiantati allo scopo di individuare tutti i reni di donatori cadaveri procurati dal venerdì al sabato e confrontarli con quelli che sono stati procurati in altri giorni della settimana. Hanno quindi riscontrato che i reni resi disponibili per trapianto, hanno meno probabilità di essere accettati durante il fine settimana: il 18,6% dei reni procurati in questi giorni viene scartato a fronte di un tasso di rifiuto medio del 16,4% negli altri giorni. Vista in percentuale la differenza può sembrare inconsistente, ma in termini di numeri assoluti, il dato ha un suo specifico peso. Basti pensare che negli stati Uniti circa l’80% dei reni da donatore cadavere è procurato tra venerdì e sabato e necessariamente trapiantato durante il fine settimana. Tra l’altro gli organi reperiti e rifiutati durante il fine settimana erano di qualità superiore rispetto a quelli scartati durante i restanti giorni. Quindi il problema non è legato alla qualità degli organi donati. Il fenomeno fortunatamente è confinato ai piccoli centri di trapianto e non è stato osservato in quelli grandi. “Indirettamente lo studio ha evidenziato anche un altro dato”, spiega Mohan, “cioè che complessivamente negli Stati Uniti scartiamo circa il 17% dei reni procurati, quasi 1 su 5. Questo significa che potremmo aumentare il tasso di trapianto semplicemente rimuovendo i colli di bottiglia nel nostro processo, senza chiedere ai cittadini di intensificare le donazioni da vivente o di aumentare il tasso di quelle da cadavere”. Ma perché si verifica tutto questo? L’autore cerca di dare una spiegazione osservando che i fine settimana sono in genere associati a meno risorse disponibili (personale) e che questo probabilmente si ripercuote anche sui trapianti di rene, almeno nei centri più piccoli. Quelli più grandi tendono invece ad avere assetti organizzativi tali da poter continuare a svolgere l’attività di trapianto anche nel fine settimana e più facilmente dei centri minori. “In ogni caso questi rifiuti causano la perdita di preziose opportunità di trapianto per diversi riceventi e questo non può essere tollerabile”, commenta Mohan. A questo punto verrebbe da chiedere perché il sistema americano non rilanci gli organi rifiutati dai centri più piccoli verso i centri più grandi e organizzati? La risposta a questa domanda può essere individuata nelle conclusioni dell’autore, che afferma: “Il riconoscimento dell’impatto di altri fattori, oltre a quelli legati alla qualità degli organi, sul reperimento e sul trapianto di organi da donatore cadavere deve interessare e influenzare la futura politica gestionale al fine di migliorare i tassi di trapianto di rene negli Stati Uniti”. Va detto comunque che gli studi presentati alle Convention come comunicazioni orali e abstract vengono in genere considerati preliminari, in quanto non soggetti allo stesso controllo degli articoli pubblicati sulle riviste scientifiche. Ma, a meno di clamorosi abbagli dei ricercatori, questo non cambia la portata di quanto è stato evidenziato in questa ricerca che, per ora, lascia alquanto perplessi. Bibliografia Mohan S, Foley KFW, Pastan SO, Cohen DJ, et al. Discard of deceased donor kidneys in the United States: the weekend effect. ASN Kidney Week 2015; abstract SA-PO1013.
torna su