indietro

USA: PRIMO TRAPIANTO CON RENE TROVATO ON LINE

L'agenzia Reuters riporta la notizia che un ospedale di Denver in Colorado ha eseguito il primo trapianto di rene da donatore vivente trovato sul web per "eccezione compassionevole", anche se i regolamenti sanitari lo proibirebbero.

20/10/2004
Un ospedale di Denver, Colorado, ha sterzato bruscamente dalla linea tenuta sinora dando il via alle procedure per quello che è negli Usa il primo trapianto di un rene reperito su un sito privato di Internet. Poco prima che l'operazione iniziasse, il chirurgo ha detto al paziente Bob Hickey di non poter procedere perché Hickey aveva identificato il donatore vivente del rene sul sito MatchingDonors.com, servizio privato non approvato dal governo Usa. Hickey, di Edwards, Colorado, che aveva pagato 297 dollari al mese per essere sulla lista, ha accusato l'ospedale di torturarlo, rinfacciando al dottor Igal Kam, di "accusare me ed il mio donatore di cospirare qualcosa, per farsi pagare sottobanco". "E' assolutamente falso. E' tutto alla luce del sole," ha detto a Reuters. Ma ieri sera il Presbyterian/St. Luke's Medical Center ha annunciato che per compassione avrebbe fatto un'eccezione consentendo al chirurgo di procedere stamattina con il trapianto. "E' stato un ottovolante di emozioni", ha detto Hickey al telefono a Reuters, dopo aver saputo che avrebbe ricevuto un rene nuovo. La sua vicenda ha portato sotto i riflettori i casi di circa 80.000 americani che stanno aspettando un trapianto d'organi. C'è una pressione crescente per aggirare la United Network of Organ Sharing, rete ufficiale dei trapianti, ed usare servizi privati come il sito web con sede nel Massachusetts. Gli specialisti di etica medica sostengono che percorrere i canali normali per i trapianti pone dei rischi. "Come si fa ad esser certi che non ci sia in corso una compravendita di organi?" si chiede Mark Yarborough, direttore del Centro di Bioetica e Umanità dello University of Colorado Health Sciences Center. Hickey ha detto di aver pagato per i biglietti aerei del donatore, Robert Smitty del Tennessee, sua moglie ed il figlio, per l'hotel ed una serie di spese. MatchingDonors dice di essere un'iniziativa senza scopo di lucro e di usare tutti i soldi raccolti per sostenere il proprio sito web, che ha una dozzina di persone che cercano donazioni di organi. Il dottor Jeremiah Lowney, medico internista che è il direttore sanitario del sito, ha detto che chi cerca organi viene incoraggiato a scrivere riguardo la propria situazione per far sapere ai potenziali trapiantati come sia la vita in attesa di un organo. Hickey ha detto di aver perso il rene sinistro per un cancro quattro anni fa e di avere il rene destro che inizia a non funzionare, costringendolo a quattro ore di dialisi al giorno. "Un donatore vivente di rene sarebbe per me un dono di Dio", ha scritto Hickey sulla pagina di MatchingDonors. (vipas)
torna su