indietro

Varati i nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea): entra anche l’attività di donazione e trapianto

Il via libera definitivo dalla Conferenza Stato-Regioni del 7 settembre

09/09/2016

Dopo 15 anni, arrivano i nuovi ed attesissimi Livelli essenziali di assistenza (Lea), ovvero le cure e le prestazioni garantite dal Servizio sanitario nazionale ai cittadini gratuitamente o pagando un ticket. Il via libera definitivo è stato dato il 7 settembre  dalla Conferenza Stato-Regioni ed i cittadini, ha assicurato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, potranno usufruire delle nuove prestazioni «entro l'anno» su tutto il territorio nazionale.

Col decreto vengono definite le attività, i servizi e le prestazioni garantite ai cittadini con le risorse pubbliche messe a disposizione del Servizio sanitario nazionale, vengono aggiornati gli elenchi delle malattie rare (oltre 110) e delle malattie croniche e invalidanti che danno diritto all'esenzione; viene prevista un'innovazione sostanziale dei nomenclatori della specialistica ambulatoriale e dell'assistenza protesica.

Nei Lea aggiornati entra anche l’attività di trapianto di cellule, organi e tessuti.

 

Art. 48
Attività di trapianto di cellule, organi e tessuti
1. Il Servizio sanitario nazionale garantisce l’attività di selezione, di prelievo, conservazione e distribuzione di organi e tessuti e l’attività di trapianto di cellule, organi e tessuti in conformità a quanto previsto dalla legge 1° aprile 1999, n. 91.

torna su