indietro

VINCENZO PASSARELLI RICONFERMATO PRESIDENTE NAZIONALE

Il testo degli indirizzi di politica associativa votati all'unanimità dai delegati presenti alla dodicesima assemblea nazionale, che si è tenuta a Sesto Fiorentino nei giorni 6, 7 e 8 giugno.

08/06/2008
Vincenzo Passarelli, è stato riconfermato presidente nazionale per il quadriennio 2008-2012. La riconferma è stata votata all'unanimita dai 156 delegati, in rappresentanza di 1.119.760 soci e 20 sedi regionali, presenti alla 12 assemblea nazionale che si è tenuta nella sala congressi Novotel di Sesto Fiorentino (Firenze). Di seguito la mozione sugli indirizzi di politica associativa, sempre votata all'unanimità. ASSEMBLEA ELETTIVA NAZIONALE FIRENZE 6-7-8 GIUGNO 2008 INDIRIZZI DI POLITICA ASSOCIATIVA PER IL QUADRIENNIO 2008-2012 I delegati dell’Assemblea Nazionale elettiva di Firenze del 6-7-8 giugno 2008 Condividono e approvano l’operato del Consiglio Nazionale nel quadriennio 2004-2008 e in particolare la relazione presentata dal Presidente Nazionale. Ribadiscono che l’Associazione è nata per difendere il diritto del cittadino ad essere curato e guarito con le terapie del trapianto. l’impegno alla creazione di una cultura della programmazione e della valutazione, il potenziamento dell’informazione per costruire una cultura nuova in tema di donazione e la necessità di puntare ad un investimento pedagogico che sia in grado di educare al dono di sè e all’alterità. Confermano e impegnano il Consiglio Nazionale a sviluppare il proprio ruolo di parte integrante nel ”Sistema Nazionale Trapianti” e a realizzarlo anche nelle realtà regionali. Il contributo originale del volontariato specializzato affiancato al lavoro delle istituzioni, assicura al nostro Paese una maggiore efficienza. Garantiscono l’impegno ad implementare il sistema informativo Aido (SIA) attraverso nuove dichiarazioni di volontà positive alla donazione. Invitano Il Consiglio Nazionale all’ attivazione di un percorso concordato con la Conferenza dei Presidenti Regionali per lo studio e l’approfondimento del tema “:Riorganizzazione Associativa” che tenga conto di tutto quanto emerso nel dibattito assembleare. Ribadiscono il ruolo indispensabile della struttura Nazionale e del suo potenziamento politico e gestionale, per meglio realizzare gli obbiettivi assegnati. Ritengono necessario, constatato l’incremento delle opposizioni al prelievo, un maggior impegno per l’azione divulgativa della cultura della donazione, anche riflettendo sui risultati delle indagini svolte. Invitano a rifinanziare il Fondo Boccioni adeguandone la denominazione e le finalità.
torna su