« indietro

A PERUGIA LE "GIORNATE CITTADINE DELLA DONAZIONE". DAL 16 AL 18 NOVEMBRE 2018

Numero 1, giugno 2019

Su proposta dell’Amministratore nazionale dell’AIDO Pietro Fiorentini e grazie alla fattiva collaborazione dell’Aido Regionale Umbria, nella persona del Presidente Pulcinelli, è stata istituita la prima “Giornata cittadina della donazione” che si è svolta a Perugia, dal 16 al 18 novembre 2018 con la partecipazione del Comune di Perugia, in sinergia con il Centro Regionale Trapianti, l’Ufficio Scolastico Regionale, la Diocesi di Perugia e Città della Pieve Perugia e numerose associazioni di volontariato.

La “tre giorni”, presentata alla stampa ed alla cittadinanza con una conferenza il 12 novembre scorso nella Sala Rossa di Palazzo dei Priori, è stata anche l’occasione per festeggiare i 30 anni di trapianti in nella regione.

Per l’intero weekend la Rocca Paolina è stata animata dalla presenza delle associazioni del dono, impegnate come di consueto nelle attività di sensibilizzazione, informazione ed arruolamento di nuovi soci e volontari attivi.

Vogliamo far emergere - ha dichiarato la consigliera comunale Maria Grazia Marcacci - questa città nella città, fatta di tanti volontari e associazioni e del loro lavoro quotidiano, di cui non sempre si sa. E lo vogliamo fare con un’attenzione ai giovani, che sono il futuro”.

Gli stand, disposti a creare un percorso formativo sul significato della donazione e della solidarietà, hanno ospitato le associazioni più importanti del mondo del volontariato sociale e sanitario ma anche le piccole realtà meno conosciute ma insostituibili nella quotidiana azione di sostegno alle persone in difficoltà.

Aido nazionale rivolge un sentito ringraziamento al coordinatore del Centro Regionale Trapianti, Atanassios Dovas, promotore e ideatore dell’evento, per il costante e qualificato impegno quotidiano nella riorganizzazione del Servizio Trapianti della Regione Umbria e per il suo contributo significativo nel divulgare il tema della donazione e trapianto di organi nelle scuole di ogni ordine e grado. Vale altresì sottolineare che il Dott. Dovas è altresì impegnato nella definizione e ratificazione, da parte della Regione Umbria, del relativo Accordo Stato-Regioni.

«Obiettivo della Giornata - ha spiegato Dovas - è quello di sensibilizzare soprattutto i giovani alla cultura della donazione come gesto di solidarietà e senso civico.

L’arte del dono perduta, come diceva Adorno, è la metafora di un mondo nel quale i rapporti umani si limitano alla semplice conoscenza superficiale che non impegna, non coinvolge. Un indicatore della caduta della cultura del dono è costituito dalla diffidenza ovvero dalla mancanza di fiducia: nessuno si fida più di nessuno: ognuno si rinserra nel suo piccolo mondo, nel proprio privato e finisce col disinteressarsi di ciò che lo circonda e che non interagisce direttamente con i suoi interessi e i suoi bisogni. Un mondo nel quale si intessono relazioni e rapporti funzionali al conseguimento di un risultato, che si esauriscono così come si consuma il rapporto tra venditore ed acquirente al momento dell’acquisto: le relazioni come merce da vendere o nel migliore dei casi da scambiare».

Un ringraziamento a tutte le associazioni di volontariato aderenti lo ha riservato l’assessore comunale Edi Cicchi, che ha sottolineato l’importanza di sensibilizzare la cittadinanza al tema del trapianto ricordando, peraltro, l’azione concreta della Rete del Sollievo, di cui Perugia fa parte e che vede insieme le tante associazioni del territorio con iniziative concrete e quotidiane.

L’assessore Dramane Wagué ha sottolineato l’importanza di un lavoro comune e condiviso tra istituzioni e associazioni, confermando come già l’Amministrazione si sia mossa sia con gli uffici dell’Anagrafe che con le scuole. “Abbiamo lavorato per poter dare le adeguate informazioni ai cittadini in fase di rilascio della carta d’identità - ha spiegato - anche ai ragazzi che vengono a fare la carta per la prima volta. Stiamo lavorando anche con le scuole, insieme all’Ufficio Scolastico Regionale, affinché si crei una coscienza civica alla donazione sempre più ampia, a partire dalle giovani generazioni.”

“E’ un processo culturale che va diffuso - ha ribadito anche il Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera di Perugia Dott. Emilio Duca - con l’obiettivo di rendere la cittadinanza ancora più consapevole della possibilità che il trapianto offre per salvare la vita di un paziente che spesso non ha altre alternative. L’iniziativa assume un’ulteriore importanza anche in considerazione dei trent’anni dal primo trapianto in Umbria.”

La tre giorni è stata aperta venerdì pomeriggio dal convegno “1988÷2018. Donazione: 30 anni di trapianti in Umbria”, all’Ospedale Santa Maria della Misericordia (Sala Montalcini), a cura dell’azienda ospedaliera di Perugia e del Coordinamento locale per la donazione e trapianto, con il supporto del Centro Regionale Trapianti.

Nella giornata di sabato la Sala dei Notari di Perugia ha ospitato l’incontro con le scuole elementari e medie sul tema “Donarsi. Una scelta di vita”, rivolto al mondo del volontariato e dell’associazionismo sociale e alle scuole, con particolare attenzione a tutte le forme associative composte da persone adulte che donano parte del loro tempo in attività solidali. L’incontro ha visto la partecipazione e l’intervento, tra gli altri, della Presidente nazionale Aido Flavia Petrin e di Mons. Paolo Giulietti, arcivescovo vicario di Perugia e si è concluso con la premiazione degli studenti delle Scuole Secondarie di I grado che hanno partecipato al concorso “Mi voglio donare” con i migliori elaborati sul tema della donazione e della solidarietà.

Durante l’incontro è stata anche promossa la “Dichiarazione di volontà” con la nuova Carta d’Identità elettronica – CIE nell’ambito del Progetto “Una Scelta in Comune” del Ministero della Salute e del Centro Nazionale Trapianti.

Assegnati anche i premi “Donato Fezzuoglio” e “Alessandro Seppilli” per la società civile ed etica del dono e il premio “Luisa Spagnoli”  per la scienza e solidarietà.

Sabato sera il Palazzetto Pellini ha ospitato l’evento musicale “Doniamoci... in concerto”, condotto da Mauro Casciani e Federica Bardani, con le band e i cori delle scuole secondarie di II grado.

Nella giornata conclusiva di domenica 18 novembre l’incontro “Doniamoci... Benessere” all’Istituto Capitini e al Parco Chico Mendez, organizzato da Aned, in collaborazione con Piedibus del benessere, Usl Umbria1, gli enti di promozione sportiva, le associazioni sportive, il Coni e il Comitato Italiano Paralimpico. Nel corso dell’incontro si è svolto l’incontro amichevole di pallavolo con la partecipazione della Rappresentativa Umbria - Nazionale Pallavolo Trapiantati.

Aurelio Navarra

torna su