AIDO Regionale Emilia-Romagna

www.aido.it/bologna__regionale_
« indietro

IL LAVORO CONTINUA: LE VACANZE DEI VOLONTARI SONO MOLTO BREVI …

30/06/2015
Circa un mese fa, moltissimi dei volontari AIDO attivi in regione sono stati impegnati in iniziative mirate, o collegate, alla celebrazione della “Giornata nazionale per la donazione degli organi”: spesso eventi di scarso impatto mediatico, potremmo dire, ma assai significativi nella realizzazione di quella capillarità di testimonianza – quasi un ‘porta a porta’ dell’informazione – che rappresenta uno dei punti di forza del lavoro di AIDO sul territorio. Anche della documentazione scritta e/o fotografica di quanto fatto di solito ci occupiamo poco; quindi il resoconto che pubblichiamo in allegato è forzatamente incompleto, ma speriamo emblematico di ciò che è successo in tante località della regione. Però il lavoro continua, ad esempio con l’allestimento di postazioni informative nelle manifestazioni popolari che caratterizzano l’estate; in esse potremo avvalerci anche del materiale che la Commissione Tecnica regionale “Una scelta consapevole”, ha prodotto utilizzando i lavori grafici selezionati dal concorso regionale “Yes, I am a Donor!”, riservato alle scuole superiori: per la “T-shirt della solidarietà 2015” lo slogan “Segui la via, Dona!”, ideato dall’ISIS "Mattei" di Fiorenzuola d'Arda (PC); per la copertina dei “Quaderni della solidarietà 2015”, i bozzetti ideati dagli studenti – Federica Branni, Linda Corradi e Antonia Nava l’uno, Yana Tsymbalyuk, Christian Giuriati e Riccardo Masini l’altro – della Classe 3^ C del Liceo Artistico “A. Venturi” di Modena. Sono riprodotti qui a fianco. Negli impegni estivi ci sono anche le premesse organizzative degli eventi di vario tipo in programma per settembre/ottobre, fra cui dobbiamo menzionare la nostra “Giornata nazionale”, quella dell’informazione AIDO che ha come simbolo il fiore rosso, a forma di cuore, dell’anthurium: l’edizione 2015 si svolgerà infatti il 3-4 ottobre. E continua anche l’azione di stimolo, affiancamento e sostegno al progetto “Una scelta in Comune” (a fianco vedete il manifesto prodotto sul tema dalla citata Commissione regionale). Ne abbiamo parlato ripetutamente su queste pagine; ricordiamo, in sintesi, che consiste nella possibilità di dichiarare la propria volontà sulla donazione degli organi dopo la morte, in occasione del rilascio/rinnovo della carta d’identità (sulla quale però di norma non viene aggiunto nulla). Quindi, una iniziativa istituzionale: è l’Amministrazione comunale che offre un ulteriore servizio ai propri cittadini, dando la comoda opportunità di compiere una scelta che identifica ancor più la persona come appartenente alla comunità civile. Occorre evidentemente che la ‘macchina’ dell’ufficio Anagrafe si attrezzi, sia per l’aggiornamento del personale interessato, sia per il collegamento informatico protetto al SIT (= Servizio Informativo Trapianti, Ministero della Salute), dal momento che la dichiarazione viene appunto registrata in tale banca-dati, come accade per quelle raccolte dalle ASL, nonché per quelle espresse attraverso l’adesione all’AIDO (queste ultime tramite il nostro SIA). In più di una occasione – appuntamento associativo o evento informativo/promozionale – nei primi mesi dell’anno si è auspicato che il 2015 veda l’effettivo decollo del progetto, con l’adozione di massa da parte di Comuni grandi e piccoli; ebbene, se consideriamo che, in Emilia-Romagna, nell’arco del primo semestre è quasi decuplicato il numero delle Amministrazioni attive, forse questo obiettivo è realistico. L’andamento della raccolta delle dichiarazioni di volontà è comunque consultabile alla pagina trapianti.sanita.it/statistiche ed a quelle collegate relative alle singole regioni. La nostra associazione è in prima fila nell’incoraggiare e supportare le Amministrazioni comunali su questa strada, non solo agevolando l’acquisizione delle informazioni operative, ma anche offrendo collaborazione nella formazione degli operatori, e soprattutto presidiando coi volontari le sale d’attesa degli uffici Anagrafe – quanto meno nella fase iniziale di applicazione – per fornire informazioni preliminari sulla novità, e risposte seppure sintetiche agli interrogativi che essa può generare. E i risultati raggiunti in questi mesi ci confermano che le energie impiegate a sostegno di questo progetto sono veramente ben spese. Ma una piccola pausa ricaricante comunque ci vorrà: bene, la faremo a turno. Buona estate!
torna su