AIDO Provinciale Monza e della Brianza

www.aido.it/monza___brianza
« indietro

Finalità e risultati della Sezione A.I.D.O. di Monza e Brianza.

16/02/2016
L'A.I.D.O. – Sezione Provinciale di Monza e della Brianza - è un'Associazione di volontari che ha come scopo prioritario la diffusione della cultura della donazione di Organi, tessuti e cellule in base al principio della solidarietà. Tale attività viene attuata promuovendo la conoscenza di stili di vita atti a prevenire le malattie che possano richiedere come terapia il trapianto di organi; provvedendo inoltre alla raccolta delle dichiarazioni di volontà alla donazione di organi, tessuti e cellule post mortem a scopo di trapianto. Gli scopi della nostra Associazione (dallo Statuto, art. 2): 1. promuovere, in base al principio della solidarietà sociale, la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule; 2. promuovere la conoscenza di stili di vita atti a prevenire l’insorgere di patologie che possano richiedere come terapia il trapianto di organi. 3. provvedere, per quanto di competenza, alla raccolta di dichiarazioni di volontà favorevoli alla donazione di organi, tessuti e cellule. La Sezione Provinciale A.I.D.O. di Monza e Brianza ha ben 38.164 soci alla data del 31/12/15, con una percentuale del 4,5% d’iscritti sulla popolazione residente all’ultimo censimento del 31/12/11 ed è la quarta Sezione della Lombardia come numero di soci dopo Milano, Bergamo e Brescia. L’organizzazione territoriale si compone di 28 Gruppi Comunali o Sovracomunali che coprono 46 Comuni dei 55 che formano la nostra Provincia; con i tre Ospedali di Monza San Gerardo, Desio e Vimercate nel 2015 la nostra Provincia è stata la prima della Lombardia, con quella di Bergamo, per numero di Donatori multiorgano con 33 Donatori. Ricordiamo che, poiché ogni Donatore multi organo riesce a donare una media di tre organi sui sei possibili, questo vuol dire che, grazie alla generosità dei cittadini della Brianza, l’anno scorso si sono potuti effettuare circa 100 trapianti che hanno salvato la vita ad un centinaio di ammalati in lista d’attesa, circa 9.000 ogni anno in tutta Italia. Ufficio Stampa A.I.D.O. Sezione Provinciale M.& B.
torna su