AIDO Regionale Emilia-Romagna

www.aido.it/bologna__regionale_
« indietro

2 / 10 OTTOBRE: DALL’APPENNINO A TRIESTE “IN GARA PER LA VITA”

02/10/2010
È tutta dedicata allo sport la sessione autunnale dell’attività promozionale regionale denominata “Una scelta consapevole”; e per l’AIDO trova una sottolineatura nell’essere in parte coincidente con la manifestazione associativa nazionale “Un Anthurium per l’informazione”. Sotto l’egida della Commissione Tecnica Regionale, conosciuta ormai con lo stesso nome della campagna permanente – e formata da istituzioni locali e sanitarie, oltre che dal volontariato operante nell’ambito di donazione e trapianto di organi tessuti e cellule – la 23^ edizione del RAAB (Rally Alto-Appennino Bolognese), prevista per i giorni 2 e 3 ottobre a Monzuno (BO), assegnerà il 1° Trofeo “In gara per la vita”. Con l’ideazione di questo trofeo, il mondo del rally compie un atto importante a sostegno della tematica sociale che ci sta a cuore. Testimonial del messaggio “In gara per la vita” è un’auto da rally guidata dal dott. Massimo Palmieri, cardiologo dell’Ospedale Maggiore di Bologna, insieme alla navigatrice Yasmine Vellutini (li vediamo in una delle foto), che ha conseguito ottimi risultati nelle competizioni disputate nel 2010, piazzandosi 1^ – per la sua categoria, classe A5 – al 9° Rally del Vermentino, alla 94^ Targa Florio, e al 30° Rally S.Martino di Castrozza. Partecipante d’eccezione sarà anche Alberto Ganau, che ha nel suo ‘palmarès’ un record difficilmente eguagliabile: è l’unico trapiantato di cuore al mondo a correre come pilota/navigatore in gare di rally ufficiali e plurititolate. La sua storia, forse unica al mondo, comincia si può dire nel 1994: Alberto ha 20 anni, una vita normale, un futuro da brillante studente universitario, quando improvvisamente, a seguito di un malore, arriva la diagnosi di cardiomiopatia dilatativa. Per lui solo la speranza di un trapianto di cuore, che fortunatamente arriva il 25 aprile 1995 ad opera di Alessandro Ricchi, il medico poi morto a febbraio 2004 su un Cesna precipitato vicino a Cagliari, mentre era in volo da Roma dopo avere prelevato un cuore da trapiantare. Il trapianto riesce perfettamente, e Alberto decide di dare sfogo alla sua passione per i rally: ottiene la licenza e il suo sogno può cominciare. Dai monti al mare: il messaggio “In gara per la vita” campeggia anche sulle vele della barca da regata “Serenissima” – capitanata dal dott. Claudio Masoli, medico rianimatore di Ravenna – che parteciperà con altre 2.000 imbarcazioni alla 42^ edizione della “Barcolana”. Il 10 ottobre, alle ore 10, l’immancabile colpo di cannone darà il via al più spettacolare appuntamento mondiale con la vela, che ogni anno porta a Trieste migliaia di appassionati del mare. Il ponte tra le due manifestazioni sarà reso concreto dalla diretta radiofonica di Radio International (FM 97.3 e 97.6), che consentirà a tutti i cittadini emiliano-romagnoli di seguirne le fasi, e di sentire commenti e osservazioni dalle voci dei protagonisti. Informazioni dettagliate sulle due competizioni sono reperibili rispettivamente nei siti www.raab.it e www.barcolana.it
torna su