AIDO Provinciale Alessandria

www.aido.it/alessandria
« indietro

PROGETTO “SI VEDE BENE SOLO CON IL CUORE”.

22/11/2010
Il presente progetto parte dal connubio tra due Associazioni di volontariato che si occupano, seppur in modi diversi, di solidarietà, reciprocità e coscienza sociale, e fonda le sue radici in una realtà piccola e virtuosa che da anni porta avanti tali valori attuandoli nella quotidianità di una scuola elementare. Nasce così l’idea di unire le esperienze dell’A.I.D.O. e dell’Unione Italiana Ciechi al fine di dare vita a un percorso formativo e di sensibilizzazione sui temi della disabilità conseguente a cecità e della donazione degli organi e dei tessuti, come importante strumento per aiutare alcuni dei pazienti ciechi o ipovedenti a superare tale handicap grazie ad un trapianto di cornea. DESCRIZIONE del PROGETTO. Il progetto, che prevede la stretta collaborazione tra insegnanti, volontari e professionisti, sarà attuato presso una classe della Scuola Primaria di Strevi, che ha dimostrato una particolare sensibilità alle tematiche trattate: gli alunni, infatti, hanno deciso di imparare il sistema braille per aiutare una compagna di classe cieca e condividere meglio con lei il suo mondo senza immagini. Nella prima parte dell’anno scolastico, la classe sarà stimolata a immaginare e scrivere una fiaba che parli di solidarietà; tale racconto sarà scritto “in nero” e tradotto in braille e andrà a formare un libro stampato e divulgato su tutto il territorio nazionale. Nella seconda parte dell’anno, gli alunni si dedicheranno alla creazione di un “corto” tratto dalla loro “storia” fruibile anche da non vedenti, che sarà poi allegato in formato di dvd alla pubblicazione del testo. La sfida che questo progetto si propone di intraprendere è realizzare un corto secondo una logica completamente diversa da quella della tradizione cinematografica, per la quale la sceneggiatura è prevalentemente basata sull’immagine e le musiche e le parole servono a rafforzare l’effetto scenico, ma non sono strettamente necessarie: in questo caso, si dovrà invertire radicalmente il punto di vista e far sì che siano musiche e parole a guidare la trama. Le immagini più importanti saranno quelle che emergeranno spontaneamente nella mente dello spettatore; non vedenti e normovedenti per una volta potranno esperire la stesse emozioni e sensazioni, lasciandosi trascinare dalle evocazioni indotte dai suoni. Data la rilevanza che il prodotto finale (libro + dvd) intende rivestire nell’ambito educativo e ludico, si ritiene parte fondamentale del lavoro la diffusione a livello nazionale della pubblicazione, in modo che sia reperibile nelle librerie di tutta Italia e utilizzabile come strumento didattico in ogni Scuola primaria o dell’infanzia. Per fare ciò si auspica la collaborazione di una casa editrice specializzata in stampa braille.
torna su