AIDO Regionale Emilia-Romagna

www.aido.it/bologna__regionale_
« indietro

“CHIEDO SCUSA”: UNA STORIA DI DOLORE E SPERANZA

28/11/2010
Debutta a Bologna, domenica 28 novembre, il nuovo romanzo dello scrittore cagliaritano Francesco Abate, “CHIEDO SCUSA”, firmato anche da Saverio Mastrofranco, pseudonimo di Valerio Mastandrea alla sua prima prova letteraria. Il libro racconta la straordinaria storia di Valter, il protagonista, costretto a un delicato trapianto d’organi per sopravvivere a una grave malattia; le vicende relative alle fasi precedenti e successive all’operazione sono narrate con grande carica emozionale, pur lasciando talvolta trasparire una incisiva vena comica. Recita il retro-copertina: “La voce beffarda e innocente di un uomo che si è sempre rifugiato nel sarcasmo e nel risentimento per non soccombere. La sua caduta e rinascita diventano, in questo romanzo asciutto e commovente, il tentativo di risarcire ognuno per la misera condizione di essere umano di fronte al potere spesso crudele della natura. Ma anche un’indimenticabile dichiarazione di speranza. Valter si burla del mondo perché da sempre è abituato a perdere. Pensa che il mondo debba chiedergli scusa. Ma quando una malattia lo porta a un’odissea senza fine nel dolore, sente che invece è lui a dover chiedere scusa a tutti. Perché quello che credeva il suo dolore è una goccia del dolore del mondo. Una goccia dell’ingiustizia senza rimedio e spiegazione. E allora forse Valter può scoprire la gioia. La gioia di accettare e di vivere. La nostra vita ha sempre un lato comico, e questo libro, nudo e limpido come una pietra preziosa, lo scopre nel luogo più impensato. Nel più estremo dolore.” La presentazione del libro avverrà, dalle ore 16:30, nella Libreria Feltrinelli in piazza Galvani 1, a cura dello stesso Francesco Abate, coadiuvato dalla voce recitante di Giacomo Cesti e dalle chitarre di Matteo Sau e Marco Noce. L’evento, aperto a tutti, è organizzato da Iskída – associazione culturale sardo-bolognese impegnata a rinsaldare con iniziative politiche e culturali il legame tra la Sardegna e Bologna – e sostenuto dall’AIDO bolognese, in virtù del tema proposto. Sarà una bella occasione per riflettere sulle tante sfaccettature di una realtà che pure riteniamo di conoscere; e potrà essere la gratificante meta di una passeggiata nel centro della nostra splendida città.
torna su