AIDO Regionale Emilia-Romagna

www.aido.it/bologna__regionale_
« indietro

INTITOLATA A FRANCESCO FERRARI LA SEZIONE PROVINCIALE DI PIACENZA

17/12/2010
Ad un anno dalla scomparsa, si rinnova e si consolida il ricordo del compianto Francesco Ferrari, storico presidente dell’AIDO Provinciale Piacenza, con l’intitolazione a lui della Sezione. La cerimonia si è svolta il 28 novembre nella biblioteca dell’Ospedale “Guglielmo da Saliceto”, con la partecipazione di numerose autorità civili, militari e religiose: dal presidente della Provincia, Massimo Trespidi, ai sindaci di Piacenza, Roberto Reggi, e di Rottofreno, Giulio Maserati; dalla rappresentante della Prefettura, a quelli della Questura, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Curia vescovile. Sulle sue più significative esperienze di vita – il volontariato in AIDO e la militanza nella Guardia di Finanza – si è concentrato il commosso ricordo dei presenti. L’attuale presidente provinciale AIDO, Luigi Baldini, ha sottolineato quanto determinante sia stata l’azione di Francesco, alla guida della Sezione per più di 13 anni, nel rilanciare l’Associazione e nel rafforzarla anche strutturalmente; e certamente l’atteggiamento a volte un po’ burbero non faceva velo alle sue qualità umane. Il generale Mauro Santonastaso, già suo comandante, convenendo sulla sua apparente ruvidezza, ha sottolineato che al rigore dell’uomo in uniforme si accompagnava tuttavia la dedizione appassionata ai valori della solidarietà sociale. È un dato di fatto che nella popolazione piacentina (come nella confinante parmense) si registra il massimo livello, in regione, di conoscenza e di adesione riguardo alle tematiche della donazione degli organi. Lo ha attestato un sondaggio d’opinione effettuato con criteri scientifici un paio d’anni fa, ed è evidente che questo risultato è ancora più importante del numero in sé degli iscritti all’AIDO nel territorio provinciale, che pure supera oggi le 13.000 unità. Questa la consapevolezza condivisa dai presenti, nell’attribuire buona parte del merito alla perseveranza e alla tenacia di Francesco, e anche dalla presidente regionale dell’Associazione, Cristina Bassini, che, essendo impossibilitata a partecipare, ha affidato il suo pensiero ad un messaggio scritto. La targa commemorativa – affissa successivamente all’esterno della sede AIDO in via Taverna – è stata scoperta dalla moglie Maria Luisa, intervenuta assieme alle figlie Elena ed Elisa, che ha ringraziato molto commossa per l’onore reso alla memoria del marito e all’intera famiglia. La foto ritrae un momento della cerimonia, mentre parla il presidente dell’AIDO Provinciale Luigi Baldini.
torna su