AIDO Provinciale Alessandria

www.aido.it/alessandria
« indietro

Donazione degli organi: nuovo gruppo A.I.D.O. per Moncalvo.

31/01/2011
Diffondere quanto più possibile la cultura della donazione degli organi, informando e sensibilizzando efficacemente: è possibile con le ragioni della mente e del cuore, spinti dall'amore per la vita. Di questa missione si sono fatti orgogliosamente carico i membri del nuovo gruppo pluricomunale A.I.D.O. di Moncalvo, costituito ufficialmente lunedì 17 gennaio 2011. L'associazione è nata dall'iniziativa del presidente Maurizio Cornacchia, costituendo il nuovo gruppo che comprenderà i Comuni vicini a Moncalvo e della Valcerrina con l'aiuto di numerosi amici e collaboratori. Il nuovo gruppo A.I.D.O. si inserirà nel contesto virtuoso, per il numero elevato di donazioni, della provincia di Alessandria, avvalendosi della collaborazione della Sezione Provinciale di Alessandria e dei gruppi comunali di Casale e di San Salvatore Monferrato. Ad accogliere con entusiasmo la nascita dell'A.I.D.O. di Moncalvo, erano presenti alla cerimonia costitutiva, svoltasi nei locali dell'oratorio, il presidente della Sez. Provinciale prof.ssa Graziella Giani, il dottor Maurizio Fasano di Casale e Giovanni Schiara di San Salvatore. “Vedere tanta gente qui questa sera - ha commentato la Giani - ci riempie il cuore di gioia, significa che in molti sentono l'impegno sociale e di solidarietà fraterna della donazione. Chi è nella nostra associazione si fa carico dei problemi degli altri”. La presidente ha quindi spiegato l'importanza del messaggio di cui l'associazione è portatrice: "Dire sì alla donazione è un atto di consapevolezza. La malattia dell'altro deve gravare anche su di noi". Soprattutto per l'aspetto informativo e la consulenza scientifica, il dottor Fasano ha offerto la massima disponibilità, incoraggiando i nuovi soci: “In tanti anni di volontariato la passione per la divulgazione della cultura della donazione mi ha sempre aiutato a superare le mancanze economiche per la realizzazione di iniziative. Il messaggio che dobbiamo veicolare deve essere trasparente, in modo che chi decide di essere donatore dia il consenso consapevolmente. Talvolta negli incontri il pubblico è poco, ma non bisogna scoraggiarsi perché anche convincere poche persone sull'importanza della donazione è un bel risultato”. L'idea di fondare la nuova sezione è nata dall'esperienza personale di Maurizio Cornacchia, che ha subito un trapianto di rene nel 2007: “Se ora conduco una vita normale e sono diventato papà, lo devo a una donatrice”. A sostenere il gruppo c'è anche don Giorgio Bertola, parroco di Moncalvo e già vicepresidente dell'A.I.D.O. di San Salvatore. Ora l'obiettivo del gruppo sarà promuovere incontri con i cittadini: “Soprattutto per informarli correttamente sulla donazione. Spesso chi è contrario a iscriversi all'A.I.D.O. teme che il prelievo d'organi, in caso di incidente, possa essere effettuato anche se il paziente non è veramente deceduto. Organizzeremo una conferenza con relatori esperti, come il dottor Fasano, che spiegheranno come questo rischio non esista e chiariranno ogni dubbio approfondendo l'argomento. Parleremo anche col preside dell'Istituto Comprensivo di Moncalvo, chiedendo di poter incontrare gli studenti, sensibilizzandoli sull'argomento”. Vicepresidente del nuovo A.I.D.O. è Alice Ferraris, con Katia Favarin e Stefania Frumento a ricoprire rispettivamente i ruoli di segretaria e amministratore. I consiglieri sono Pierluigi Carbone, Sandro Biletta, Giancarlo Zuccotto, Mara Rossi, Carla Buscato. I Comuni coinvolti nell'attività sono Calliano, Montemagno, Penango, Serralunga, Ponzano, Castelletto Merli, Grazzano. Per iscriversi all'Aido o ricevere informazioni è possibile rivolgersi a don Giorgio Bertola, oppure alla vicepresidente Alice Ferraris presso l'oratorio, sede dell'associazione. (Fabrizio Gambolati)
torna su