AIDO Provinciale Crotone

www.aido.it/crotone
« indietro

DONAZIONE DEGLI ORGANI: CROTONE TRA I PRIMI COMUNI A PROMUOVERE IL PROGETTO “UNA SCELTA… IN COMUNE”

29/03/2017

Migliaia di persone ogni anno sono salvate con il trapianto, grazie alla solidarietà di quanti hanno scelto di compiere questo gesto d’amore.

A Crotone dal 28 marzo 2017, quando si ritira o rinnova la carta d’identità si può richiedere all’ufficiale d’anagrafe il modulo per la dichiarazione, una volta compilato il modulo la decisione sarà trasmessa in tempo reale al Sistema Informativo Trapianti, la banca dati del Ministero della salute che raccoglie tutte le dichiarazioni rese dai cittadini maggiorenni. E’ sempre possibile cambiare idea sulla donazione perché fa fede l’ultima dichiarazione rilasciata in ordine di tempo.

La media regionale è ancora molto lantana da quella nazionale, diventa di fondamentale importanza la sensibilizzazione dei cittadini.

In 150 in Calabria attendono il trapianto di un rene, circa 100 sono inseriti nelle liste d’attesa dei centri nazionali in attesa di un trapianto di organi cosiddetti salvavita: cuore, pancreas, fegato.

Scegliere quando si è in vita consente di evitare che la scelta ricada sui familiari che il più delle volte, in preda al dolore per la perdita di un proprio caro non riescono a fare la scelta.
Crotone è una delle prime città della Calabria a promuovere il progetto “Una scelta in Comune”, l’espressione della propria volontà sulla donazione di organi e tessuti da compiere attraverso l’Anagrafe Comunale.

A presentare l’iniziativa presso la Sala Giunta questa mattina il sindaco Ugo Pugliese, il responsabile dell’anagrafe comunale Giorgio Aloisio, Pellegrino Mancini responsabile del Centro Trapianti Regionale e Renato Sisca presidente Aido Crotone.

Esprimere sulle donazione e sui tessuti oggi è ancora più facile attraverso il progetto condiviso dal Comune, oltre che rappresentare un gesto di grandissimo senso civico.

Da oggi, quando si rinnova la carta di identità presso l’Ufficio Anagrafe, il modulo per la richiesta riporta nel campo indicato la volontà di disporre la donazione dei propri organi e dei tessuti.

La decisione sarà trasmessa in tempo reale al sistema informativo trapianti, la banca dati del Ministero della Salute, che raccoglie tutte le dichiarazioni rese dai cittadini maggiorenni.
“Una scelta di grande civiltà, oltre che un modo per guardare agli altri con maggiore attenzione. Perché non dobbiamo dimenticare che gli altri potremmo essere “anche noi” e chiunque potrebbe avere bisogno di un trapianto. Donarsi in questo modo agli altri aiuta anche noi stessi” ha dichiarato il sindaco Ugo Pugliese, che tra l’altro è già donatore Aido, nel suo intervento che si è detto felice della collaborazione con il Centro Trapianti Regionale e con l’Associazione Italiana Donatori Organi.

Il responsabile dell’Ufficio Anagrafe Giorgio Aloisio ha spiegato che la dichiarazione di volontà è un atto molto semplice e che comunque in qualsiasi momento si può recedere dalla propria decisione. Ha inoltre specificato che gli uffici sono già da oggi a disposizione di quanti vorranno compiere questo bellissimo gesto.

“Crotone è una delle prime città ad aderire a questo programma. Questi gesti di solidarietà travalicano l’attività amministrativa ed ho trovato nel Comune, nel Sindaco e nei funzionari dell’Anagrafe grande sensibilità sul tema. Donare è importante. Si tenga conto che in questo momento, nella sola Calabria, 150 persone sono in attesa di un trapianto di rene dovendosi tra l’altro sottoporre a cure dolorose ed invasive. Avere tanti donatori è importante per garantire altre vite” ha detto Pellegrino Mancini responsabile del Centro Trapianti Regionale.

“L’Aido di Crotone da anni è impegnata in questa azione di sensibilizzazione. Avere al nostro fianco anche il Comune è sicuramente un fatto nuovo e positivo. Una identità di vedute sulla strada della donazione degli organi” ha detto Renato Sisca presidente Aido Crotone.

(Wesud.it)

torna su