AIDO Provinciale Monza e della Brianza

www.aido.it/monza___brianza
« indietro

Nel 2010 23 donazioni multiorgano in Brianza ed i tesserati A.I.D.O. sono il 4% della popolazione.

07/03/2011
Sono state ben 23 le donazioni multiorgano realizzate nell’anno 2010 sul territorio della Provincia di Monza e Brianza, mentre gli iscritti all’Associazione Italiana per la Donazione di Organi tessuti e Cellule rappresentano il 4% degli abitanti della Provincia. I dati sono stati comunicati dalla Presidenza della Sezione Provinciale A.I.D.O. di Monza, che ha voluto fare un punto della situazione relativo all’attività dell’associazione sul territorio coperto dalla Sezione. Al 31 dicembre 2010, risultano 34.360 i tesserati A.I.D.O. in Provincia di Monza e Brianza, su un complessivo di 845mila abitanti dell’intero territorio provinciale, il 4% circa appunto. Nel 2010 sono state effettuate 19 donazioni multiorgano nell’A.O. San Gerardo di Monza (seconda nella Lombardia solo all’A.O. Niguarda Ca Granda di Milano) e 4 donazioni multiorgano nell’A.O. di Desio-Vimercate, per l’esattezza 2 nel Presidio Ospedaliero di Desio e 2 in quello di Vimercate, per un totale appunto di 23 donazioni, il che vuol dire che sono stati permessi dai Donatori della nostra Provincia un’ottantina di trapianti di organi. Infine, sempre nel 2010, la percentuale degli assensi da parte dei parenti dei Donatori al prelievo degli organi dei loro congiunti deceduti è fra le più alte della Lombardia: ben l’83,9% nell’A.O. San Gerardo ed il 100% nell’A.O. di Desio-Vimercate, contro un 74% della media lombarda ed un 65% della media italiana. “I dati relativi al 2010 – spiega il Presidente della Sezione Provinciale A.I.D.O., Lucio D’Atri – parlano di una realtà in forte crescita, il che non ci stupisce, dato che la Brianza ha sempre mostrato una forte attenzione al tema del volontariato e una forte sensibilità della sua popolazione. Ma questo per noi non è un traguardo, ma semplicemente uno stimolo. Il nostro statuto prevede che l’Aido promuova ,in base al principio della solidarietà sociale, la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule.Un obiettivo che continueremo a perseguire. La donazione d’organi post mortem è un modo concreto per salvare molte vite umane e per ridare speranza a molte famiglie”.
torna su