AIDO Provinciale Monza e della Brianza

www.aido.it/monza___brianza
« indietro

Concorso Video A.I.D.O. Provinciale di Monza e Brianza

25/06/2018

Il Concorso Video della Sezione Provinciale A.I.D.O. di Monza e Brianza, riservata nell’a.s. 2017-2018 agli studenti degli Istituti Superiori della provincia, ha visto nella mattinata di giovedì 5 giugno la sua conclusione con la premiazione della Classe 4° Gp dell’Istituto Professionale di Stato “L. Milani” di Meda, della sede coordinata di Seveso.

Sono intervenuti gli studenti della Classe 4 Pg Caputo Martina, Azzini Elena, Greco Elenoire, Gallo Silvia, Ilderico Giulia, Aldini Andrea, Poli Samuel, Langiu Alessandro, Cona Elisa, Tonani Aurora, Orofino Andrea, e Zapletaev Dimitri con la docente di riferimento Prof.ssa Valentina Leuzzi, la Dr.ssa Elena Motta Dirigente dell’Istituto, la Prof.ssa Beatrice Mordaca Responsabile del Plesso, il Prof. Papandrea Responsabile del Progetto, la Prof.ssa Rivolta, il Prof. Mammì ed il Prof. Sinigallia docenti dell’Istituto.

Per la Sezione Provinciale A.I.D.O. di Monza e Brianza erano presenti la Sig.ra Enrica Colzani Presidente della Sezione Provinciale, il Sig. Gianni Bizzozzero del Gruppo Comunale A.I.D.O di Meda ed il Sig. Lucio D’Atri Consigliere Nazionale A.I.D.O.. Dopo il saluto della Dirigente Dr.ssa Elena Motta la Presidente Provinciale A.I.D.O. Sig.ra Enrica Colzani ha letto la motivazione del premio il cui tema di riferimento era quest’anno:

“La Donazione è Luce”

consegnando all’Istituto la Targa dell’A.I.D.O. di Monza e Brianza per il Video prodotto “Un canestro per la vita” ed agli studenti una borsa contenente un omaggio dell’A.I.D.O. e del materiale illustrativo della nostra Associazione la Presidente Enrica Colzani li ha ringraziati perché “attraverso la metafora del canestro, compiuto da diversi giocatori, hanno voluto trasmettere l’idea che donare sia come segnare un punto che regala speranza di vita a chi ne ha bisogno.”.come ha citato la loro docente prof.ssa Valentina Leuzzi nel presentare il progetto.

Anche noi siamo d’accordo con lei nel pensare che gli studenti “abbiano scelto lo sport per dimostrare che, nel momento più importante, siamo tutti della stessa squadra”.

Ufficio Stampa A.I.D.O. Sezione Provinciale M.& B.

torna su