AIDO Provinciale Torino

www.aido.it/torino__provinciale_
« indietro

Aido Torino: 45° dalla fondazione
L'associazione festeggia con un concerto al teatro Alfieri

26/10/2018

Venerdì 26 ottobre , alle 21,00, presso il Teatro Alfieri di Torino, la Sezione Provinciale A.I.D.O. di Torino festeggia il proprio 45° Anniversario dalla fondazione, con un tributo ai Beatles, grazie al concerto realizzato dai The Beatbox.

L’evento musicale sarà anche un’occasione per promuovere una riflessione sul percorso compiuto dall’A.I.D.O., nel territorio di Torino e provincia, in questi primi quarantacinque anni di attività.

Solidarietà ed impegno hanno fatto dell’A.I.D.O. un’associazione conosciuta e largamente diffusa sul territorio: i nuovi associati, solo a Torino, sono passati dai 15 iniziali del 1973 agli attuali 40.000, con quasi 50.000 tessere emesse (1.400.000 le adesioni in Italia, di cui circa 100.000 in Piemonte).

Un percorso, quello svolto dai volontari della nostra associazione, che ha sempre avuto l’obiettivo di sensibilizzare ed informare i cittadini attraverso dibattiti pubblici, incontri con studenti e gruppi giovanili, medici di base e militari, trasmissioni radio e TV, spettacoli e campagne di informazione.

Un percorso di dialogo con le Istituzioni, in particolare con i Centri regionali Prelievi e Trapianti, con l’Assessorato alla Salute del Piemonte, con il Ministero della Salute ed il Centro Nazionale Trapianti Operativo e di collaborazione con tutte le associazioni dei trapiantati e dei donatori di sangue che operano nel settore.

Questi 45 anni di lavoro hanno contribuito a creare le condizioni favorevoli per l'attivazione a Torino di Centri di trapianto di eccellenza (di cornea, rene, cuore, fegato, polmone, pancreas), che garantiscono da sempre ottimi risultati in termini di qualità, ma in un numero non ancora sufficiente a soddisfare il reale fabbisogno dei cittadini italiani in attesa di un trapianto, soprattutto per la carenza di donazioni di organi e tessuti post mortem.

Come afferma Claudia Contenti, Presidente dell’A.I.D.O. di Torino e provincia “nonostante i notevoli passi avanti compiuti è quindi necessario continuare ad unire le nostre forze per attivare nuove iniziative di informazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica, finalizzate a promuovere il tema dei trapianti e ad acquisire nuove adesioni alla nostra associazione”.

Il Presidente dell’Aido regionale piemontese Valter Mione ribadisce che “ad oggi sono circa 9.000 i pazienti italiani in attesa di un trapianto per la vita e l’opera dell’Aido risulta determinante per la salvaguardia e la tutela del diritto alla salute nel nostro paese e la sezione torinese rappresenta un grande esempio da seguire per tutti”.

(Torinoggi.it)

torna su