AIDO Regionale Emilia-Romagna

www.aido.it/bologna__regionale_
« indietro

“MUSICA E TERRITORIO” DA MODENA A BOLOGNA: SI COMINCIA IL 21 MAGGIO

21/05/2011
Per diffondere maggiormente la conoscenza dell’Associazione sul territorio – adottando peraltro una modalità non consueta – il gruppo AIDO Comunale di Castelfranco Emilia e il gruppo AIDO Territoriale “Maria Assunta Tartarini” di Piumazzo (provincia di Modena), hanno organizzato alcuni appuntamenti artistici, raccolti sotto la denominazione “Musica e Territorio”, che arriveranno fino a Bazzano in provincia di Bologna. Il progetto è stato presentato il 30 aprile al ristorante “Pulcinella” di Castelfranco Emilia, con la partecipazione, oltre che di alcuni artisti che si esibiranno gratuitamente a favore della nostra associazione, dei Sindaci dei comuni di S.Cesario sul Panaro e Castelfranco Emilia, che hanno concesso il patrocinio all’iniziativa. Erano presenti inoltre numerosi rappresentanti del volontariato locale. Il concerto di apertura, “Saluto alla Vergine”, si terrà la sera di sabato 21 maggio, dalle ore 21, nella Basilica di S.Cesario sul Panaro: un programma di “Ave Maria” – risultato di una appassionata ricerca che spazia nella cultura musicale dal 1500 ad oggi – eseguite dal soprano Claudia Garavini accompagnata al pianoforte dal maestro Walter Proni (i particolari nell’allegato). I protagonisti della serata meritano qualche cenno di presentazione. Claudia GARAVINI, soprano romagnolo, ha esercitato l’attività d’insegnante prima di intraprendere la carriera artistica. Nel suo vastissimo repertorio, si dimostra attenta ed eccezionale interprete della musica sacra e profana del 1600 e 1700 per la morbidezza del timbro vocale, ma non trascura la musica moderna, popolare e tradizionale. Ha al suo attivo oltre 350 recital in ogni parte d’Italia, e la stampa all’unanimità si è espressa sempre con pareri molto favorevoli. Ricca è la produzione discografica: citiamo in particolare, in quanto unico esempio nella discografia mondiale, i quattro CD che raccolgono 70 versioni di “Ave Maria” scritte dai maggiori compositori in sette secoli di storia della musica. Walter PRONI, pianista, compositore e direttore d'orchestra. Romagnolo di nascita e bolognese di adozione, vissuto a Venezia, Vienna e Parigi, ha portato nei più importanti teatri e sale da concerto del mondo, oltre alle interpretazioni degli autori classici, le sue numerosissime composizioni, molte delle quali edite, che spaziano dal pianoforte alla musica strumentale: Lieder su testi dei più grandi poeti italiani, francesi, spagnoli e tedeschi, Messe nuziali, composizioni per l'Anno Mariano, opere liriche. Docente al Conservatorio di Musica “G. B. Martini“ di Bologna, continua ad esibirsi in ogni parte del mondo. È autore di vari trattati musicali e ha diretto e realizzato una ricerca su “Musica e rieducazione“ per il Consiglio d'Europa di Strasburgo. Innumerevoli sono le sue apparizioni televisive sia come interprete che come autore, come pure sono molteplici le registrazioni radiofoniche. Molto altro si potrebbe dire sui due artisti che si esibiranno il 21 maggio; e molto altro è disponibile nel sito www.aidopiumazzo.it, anche a proposito dei musicisti che saliranno alla ribalta nei successivi appuntamenti. Si prosegue infatti con l’esibizione di una coppia di giovani talenti modenesi, sabato 18 GIUGNO ore 21, nella corte di Villa Boschetti ancora in S.Cesario sul Panaro. Giorgio MATTEI, sassofono, e Simone GUAITOLI, pianoforte, presenteranno un repertorio contemporaneo di brani musicali che spaziano da Gershwin a Piazzolla fino a temi di massima popolarità, in un percorso trasversale, tra impegno e leggerezza, che saprà certamente emozionare il pubblico; Simone e Giorgio, infatti, nonostante la giovane età, hanno all’attivo numerose esibizioni di lusinghiero successo in tutta Italia, e sono costantemente impegnati in diversi ambiti culturali e artistici. Daremo successivamente altri particolari su questa serata, nonché il calendario degli ulteriori appuntamenti: intanto prendiamo nota di questi primi due, che certamente non ci deluderanno.
torna su