AIDO Provinciale Asti

www.aido.it/canelli__at_
« indietro

Lo spettacolo “Aido tra le righe” a Nizza Monferrato

26/11/2018

Venerdì 23 novembre alle ore 21, presso la Chiesa della Santissima Trinità in via Pistone a Nizza Monferrato è andato in scena lo spettacolo “Aido tra le righe”, il recital teatrale legato alla donazione interpretato dagli allievi della scuola Teatralmente di Asti.

Lo spettacolo ha debuttato la primavera scorsa a Canelli, per poi raggiungere Montegrosso e Asti in un crescendo di partecipazione e di successo: è un progetto duraturo ed efficace iniziato attraverso la fortunata unione tra AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule) Sezione Provinciale di Asti e Gruppo Comunale di Canelli e NIG Nuove Idee Globali Associazione Culturale, con sede ad Asti, che dal 2014 opera in campo artistico-culturale.

Sono stati protagonisti del pomeriggio gli allievi della scuola “Teatralmente”, diretta dal famoso regista astigiano Alessio Bertoli, che hanno interpretato testi e poesie inerenti la solidarietà e la donazione: un evento di forte impatto emotivo, progettato per promuovere la cultura del dono e sensibilizzare la comunità alla donazione di organi. È stato un momento di arricchimento personale e di grande valore collettivo che ha regalato suggestione, commozione e, perché no, anche divertimento.

“Il legame AIDO – NIG è ormai un fortunato connubio che si protrae da tempo” – dice il Presidente del Gruppo Comunale di Canelli Fabio Arossa – “siamo orgogliosi di aver collaborato ad un progetto così importante e ambizioso: abbiamo puntato tutto sul teatro e possiamo dire di aver vinto. La rappresentazione teatrale si è dimostrata un ottimo canale comunicativo attraverso il quale promuovere la donazione di organi e la solidarietà. Sono state tantissime le richieste di informazioni e le adesioni dopo gli spettacoli e per questo portiamo avanti il progetto con tutte le nostre forze incoraggiando la donazione come valore sociale e come opportunità per salvare la vita a chi non ha altre possibilità di sopravvivenza”.

L'evento è stato organizzato in collaborazione con il Lions Club di Nizza e Canelli, l’Accademia di Cultura Nicese “L’Erca” e con il supporto del CSV di Asti e Alessandria.

torna su