AIDO Provinciale Alessandria

www.aido.it/alessandria
« indietro

Corillo racconta…

26/05/2011
Martedì 12 aprile alle ore 17.00 nella prestigiosa cornice della Sala del Consiglio Provinciale di Alessandria è stato presentato il libro “Corillo racconta…” che ha trovato subito ottima accoglienza nel numeroso pubblico presente. Ma come mai l’AIDO ha pubblicato seppure con vari patrocini un libro? Chi l’ha scritto? Corillo sorge come l’araba fenice dalle ceneri ancora calde di cinque anni del Concorso “La storia di un Corallo”, bandito nelle scuole primarie della provincia di Alessandria per invitare gli scolari a scrivere racconti sul tema della donazione degli organi. I bambini hanno risposto con entusiasmo rivelando creatività, fantasia, buona volontà e comprensione del messaggio. Il libro è sorto da quel bel mucchio di storie, circa quattrocento, ma ne riporta solo ventotto, quelle in cui si è giudicato che il messaggio della donazione fosse più chiaro. L’opera “Corillo racconta…” si propone di parlare ai bambini con il linguaggio, l’inventività, le trame narrative proprie della mentalità infantile. Così delfini, anitre, rinoceronti, galli possono convivere felicemente su queste pagine accanto a orologi a cucù, chitarre… tutti oggetto di una attenzione sentita e sofferta. I racconti hanno il pregio dell’essenzialità. Al centro il dramma doloroso, ma alla fine una conclusione felice, tesa a far comprendere che vita e morte o morte e vita sono i due poli del cammino di tutti su questa terra, ma che dove c’è umanità, amore, solidarietà, fratellanza, responsabilità sociale, la vita vince su tutto. Accanto alle narrazioni due serie di brevi note, in sé non esaustive, l’una tesa a guidare il lettore o chi per esso alla comprensione del testo in sé, nel suo svolgersi e nella sua organicità, l’altra tesa a sollecitare le conoscenze geografiche, scientifiche, antropologiche. Corillo così non è solo un insieme di bei racconti, ma è uno strumento per ampliare il proprio bagaglio scientifico e per imparare ad individuare i nessi logici che costituiscono le trame delle storie e a scrivere. Per rendere più accattivante e lieta la lettura gli acquerelli, che illustrano ciascuna storia, sono stati realizzati, come dice l’autrice, ponendosi dal punto di vista di un bambino. Con “Corillo racconta…” l’AIDO ha ben inteso portare il messaggio della donazione al mondo giovanile, che è il domani, ma coinvolgere anche chi sta accanto a quel mondo: genitori, insegnanti, parenti che potranno usare il testo non solo come intrattenimento, ma come un momento della formazione culturale ed umana. A chi lo prenderà in mano spetterà di farne l’uso più consono ai propri intenti perché le angolature di lettura sono molteplici. Clara Irace, Presidente Giuria Pluriennale Concorso “Il gioco del Corallo”
torna su