AIDO Provinciale Monza e della Brianza

www.aido.it/monza___brianza
« indietro

Il Gruppo A.I.D.O. di Ceriano Laghetto in marcia per la vita

22/03/2021
Il Gruppo A.I.D.O. di Ceriano Laghetto in marcia per la vita

Fra un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e l’altro, infilandosi fra le determinazioni della Regione Lombardia, scivolando da una zona ”arancione” ad una “arancione rafforzata” e prima di finire in una "rossa", i nostri volontari del Gruppo Comunale A.I.D.O. di Ceriano Laghetto hanno cominciato ad allenarsi per riprendere la loro attività sportiva di marciatori e di Aidini divulgatori della cultura della donazione di organi, in favore dei pazienti in lista d’attesa per un trapianto.

Eccoli qui, nei dintorni del loro Comune, che partecipano ad una marcia di allenamento, tanto per fare una “sgambata” e tenersi in allenamento per tempi migliori; tempi senza obbligo di distanziamento, di mascherine e di autocertificazioni varie. Tempi normali, nei quali un cittadino possa fare il volontariato che gli aggrada, magari anche solo facendo una camminata con una felpa o una maglietta dell’A.I.D.O.

Noi siamo convinti che questi tempi ritorneranno, che potremo ritornare a compiere la nostra missione, quella citata all’articolo 2° del nostro Statuto: promuovere, in base al principio della solidarietà sociale, la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule, la conoscenza di stili di vita atti a prevenire l’insorgere di patologie che possano richiedere come terapia il trapianto di organi e provvedere, per quanto di competenza, alla raccolta di dichiarazioni di volontà favorevoli alla donazione di organi, tessuti e cellule post mortem.

Purtroppo in questo periodo di pandemia che non accenna a diminuire, le corsie degli ospedali sono pieni di persone infette dal virus Covid-19 e le terapie intensive sono occupate da pazienti nel tentativo di salvarli dalla morte: di conseguenza vengono effettuati meno prelievi di organi dai donatori, che pure sono aumentati negli ultimi anni e quindi si possono effettuare meno trapianti degli anni precedenti. Infatti sono aumentate le liste d’attesa per avere un trapianto.

È per questo che mai come adesso, è necessaria la presenza dei volontari dell’A.I.D.O., sui “social” o di presenza, per ricordare a tutti la necessità della donazione degli organi, tessuti e cellule post mortem, mantenere l’attenzione di medici e responsabili sanitari sulla possibilità di effettuare i prelievi necessari per poi poter eseguire i trapianti e diminuire così le liste d’attesa degli ammalati che necessitano di questa terapia molto spesso “salva vita”.

Ufficio Stampa A.I.D.O. Sezione Provinciale M.& B.       

torna su