AIDO Provinciale Monza e della Brianza

www.aido.it/monza___brianza
« indietro

Il Gruppo A.I.D.O. di Verano Brianza riparte con entusiasmo e fiducia

10/05/2021
Il Gruppo A.I.D.O. di Verano Brianza riparte con entusiasmo e fiducia

Per l’Assemblea annuale del 30 aprile 2021, dopo circa un anno di chiusura, A.I.D.O. Verano sceglie di convocare soci e iscritti “in presenza” come buon auspicio per il futuro. La location lo permette: la sala riunioni del nuovo Centro Parrocchiale è spaziosa e consente la partecipazione di quanti sono legati al sodalizio locale.

Tra i presenti, anche il sindaco Massimiliano Chiolo e don Luca Piazzolla, neo Parroco di Verano, entrambi molto vicini all’A.I.D.O. e “tifosi” della politica dell’Associazione.

Prima di dare il via ai lavori, gli astanti dedicano un caloroso saluto all’indimenticabile amico Giovanni Bonacina, vice Presidente del Gruppo Comunale, collaboratore tenace e convinto, scomparso improvvisamente il 24 marzo scorso.

Il Presidente del Gruppo Renato Casati apre l’Assemblea con la relazione morale e quasi si scusa di aver dovuto rinunciare a molte attività previste per il 2020. L’annullamento delle manifestazioni e l’assenza dei volontari dal territorio ha influito negativamente anche sul bilancio del Gruppo.

Il programma per il 2021 non è ancora dettagliato, comprensibilmente si va con i piedi di piombo ma non si esclude, in vista di un miglioramento nella situazione pandemica, di organizzare eventi culturali e sportivi.

Incontri e conferenze che trattino di prevenzione - anticipa Renato Casati - con l’ausilio di relatori illustri. Riprenderemo i contatti con la nostra scuola media per portare il messaggio dell’A.I.D.O. agli studenti. E poi vorremmo ritornare “in piazza” ad incontrare le persone come prima del Covid”.

Il Sindaco Massimiliano Chiolo conferma il buon andamento della raccolta di dichiarazioni di volontà sulla donazione al momento del rinnovo della carta di identità e ribadisce il sostegno dell’Amministrazione comunale alle iniziative dell’A.I.D.O. locale. Alla voce del primo cittadino, si unisce quella di don Luca Piazzolla in rappresentanza della comunità parrocchiale. Si crea così una sinergia che darà maggior significato ad una realtà associativa impegnata per ridare una speranza di vita a chi è in difficoltà.

La macchina dei trapianti ha retto ma ancora 8300 ammalati attendono un organo salvavita – interviene Ombretta Rosa, delegata dal Presidente Provinciale Topputo -, in poco più di un anno le liste di attesa per l’innesto di cornea sono aumentate in modo sconcertante ed ora sono 9000 i pazienti che aspettano questo intervento; la richiesta è altissima ed è facile comprendere quanto più valore abbia ora il lavoro dei volontari A.I.D.O”.

Ufficio Stampa A.I.D.O. Sezione Provinciale M.& B.

torna su