AIDO Provinciale Monza e della Brianza

www.aido.it/monza___brianza
« indietro

X° GIORGIO BRUMAT – MARCIA DEL RICORDO BERGAMO-VALVASONE.

08/07/2011
Anche la Sezione Provinciale A.I.D.O. di Monza e della Brianza era presente a Valvasone, in provincia di Pordenone, il 19 giugno scorso all’arrivo della “Marcia del Ricordo” nel X° anniversario della morte di Giorgio Brumat, Fondatore dell’A.I.D.O. Partiti nella notte di venerdì 17 giugno da Bergamo, città dove Giorgio Brumat fondò proprio quarant’anni fa la D.O.B., Donatori Organi Bergamo, trasformatasi due anni dopo in A.I.D.O. e dove è sepolto nel cimitero cittadino, i forti marciatori del Gruppo Comunale A.I.D.O. di Grumello del Monte hanno attraversato in due giorni le province di Bergamo, Brescia, Verona, Vicenza, Padova, Treviso e Pordenone. All’arrivo in Valvasone, paese della provincia di Pordenone dove era nato Giorgio Brumat, nel pomeriggio di domenica 19 giugno sono stati accolti dal Sindaco Markus Maurmair e dai Gruppi Comunali A.I.D.O. del Friuli condotti dalla Presidente dell’A.I.D.O. Regionale Daniela Mucignat, accompagnata dal Consigliere Nazionale A.I.D.O Daniele Damele. Dopo aver acceso la fiamma di un treppiede, simbolo di amicizia fra le due comunità lombarda e friulana, con la fiaccola portata da Bergamo ed aver scoperto una targa sull’edificio dove nacque il Fondatore dell’A.I.D.O. Giorgio Brumat i volontari ed i cittadini hanno ascoltato prima l’esibizione della banda locale e poi un concerto dell’antico organo rinascimentale conservato nel Duomo di Valvasone. Nella delegazione lombarda, guidata dal Presidente Regionale A.I.D.O. Leonida Pozzi erano pure presenti Lucio D’Atri, Presidente della Sezione Provinciale A.I.D.O. di Monza e della Brianza, Monica Vescovi, Presidente Provinciale A.I.D.O. di Bergamo, Antonio Scalise, Vice Presidente Provinciale A.I.D.O. di Varese, Giovanni Ravasi, Vice Presidente Regionale Vicario A.I.D.O. Lombardia, Mario Lafranconi, Presidente del Collegio dei Revisore dei conti A.I.D.O. Lombardia. La serata si è poi conclusa con una cena conviviale in un antico convento e con il consueto scambio di doni fra gli intervenuti, proseguendo anche così nell’opera di divulgazione della cultura della solidarietà umana e della donazione di organi e di tessuti. Ufficio Stampa Sezione A.I.D.O. Provinciale di Monza e della Brianza
torna su