AIDO Provinciale Alessandria

www.aido.it/alessandria
« indietro

IL VALORE DELLA DONAZIONE … in 7 lingue.

07/08/2011
Italiano, albanese, cinese, spagnolo, rumeno, indi ed arabo: ognuna di queste lingue è portavoce di una cultura, di valori e credenze religiose con tratti caratteristici e peculiarità; tuttavia, non si tratta di differenze che dividono, ma al contrario si arricchiscono di significati integrandosi tra di loro e riconoscendo un valore comune fondamentale, la DONAZIONE. Questo in sintesi il risultato di un lavoro di équipe che ha portato alla pubblicazione di un opuscolo informativo sui temi della donazione di organi, tradotto nelle lingue delle etnie più rappresentate sul nostro territorio. E’ infatti vero che albanesi, cinesi, sudamericani, indiani, pachistani e nordafricani sono sempre più vicini di casa, compagni di scuola e colleghi di lavoro degli italiani e con loro costruiscono la società di oggi e di domani. Nessuno tuttavia può ritenersi parte di una società se non si fa carico anche delle esigenze e delle difficoltà altrui. Con questi valori in mente negli ultimi mesi del 2009 è partito il progetto “Donazione e interculturalità senza frontiere”, finanziato dal bando Turco e realizzato sul territorio della provincia di Alessandria dall’AIDO provinciale. L’opuscolo dal titolo “Il valore della donazione” è una tappa di questo progetto, e costituisce il punto di arrivo di una fase di lavoro con i mediatori interculturali delle rispettive lingue, impegnati nella traduzione e adattamento dei contenuti proposti dall’Associazione, in modo da rendere fruibile il prodotto per i lettori di tutte le etnie. A dire il vero si è trattato di un lavoro ben più complesso della traduzione: ci sono volute tante ore di discussione attorno ad un tavolo per scegliere quali concetti trasmettere e in che modo, ascoltandosi reciprocamente e proponendo soluzioni che mettessero d’accordo punti di vista diversi. Si è ragionato, dibattuto, anche animatamente, aggiunto e tolto parole, nel continuo tentativo di rifinire e raffinare il testo fino a farlo diventare condivisibile da tutti. Non meno impegnativa é stata la scelta della grafica, gentilmente curata da Gianni Stefanutto, che doveva tener conto dei significati attribuiti da ogni cultura anche ad elementi piuttosto semplici come colori e immagini. Il prodotto finale è un libretto leggero e maneggevole di 32 pagine, stampato in 1500 copie da distribuire nei luoghi più frequentati anche dagli stranieri: ambulatori medici, sale d'attesa degli ospedali, sportelli pubblici per l'immigrazione. Una ridente margherita accoglie il lettore in copertina e lo accompagna con i suoi petali, attraverso l'indice, nella sezione linguistica desiderata; ad ogni lingua sono dedicate 4 pagine, in cui ciascuno può trovare le risposte ai dubbi più frequenti in tema di donazione e trapianto. La formula utilizzata é quella della domanda/risposta, per sottolineare che lo scopo é quello di chiarire le idee piuttosto che insegnare qualcosa. Le questioni affrontate sono le seguenti: Cos’è l’AIDO? Cos’è la donazione? Cos’è il trapianto? Chi può essere donatore? Quando avviene il prelievo degli organi? Quali organi si possono prelevare? Quanto costa ricevere un organo? Come si fa a scegliere a chi assegnare gli organi prelevati? Cos’è il trapianto da vivente? Cosa ne pensano le religioni? Che cosa dice la legge? Come faccio a manifestare la mia volontà? Ci auguriamo che questo strumento possa essere utile a tutta la popolazione: in primo luogo agli italiani, soprattutto a coloro che sono ancora male informati sulla donazione e non hanno ancora potuto riflettere in modo consapevole sull'importanza di questa scelta; in secondo luogo agli immigrati, per far sì che si possano avvicinare alle pratiche sanitarie in atto nel nostro paese e si sentano parte attiva della società in cui hanno scelto di vivere, essendo consapevoli che l'integrazione passa anche attraverso il sentimento di reciprocità che caratterizza il dare (donazione) e il ricevere (trapianto). Claudia Repetto, Consulente A.I.D.O. Sezione Provinciale Alessandria In allegato l’opuscolo “Il valore della donazione” in formato pdf.
torna su