AIDO Provinciale Alessandria

www.aido.it/alessandria
« indietro

I “Cristalli” della solidarietà.

14/04/2012
“Si vede bene solo con il cuore”, un ricordo del Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupery declinato oggi in un contesto del tutto nuovo: quello della donazione di cornee e della disabilità conseguente a cecità. Questi i temi che saranno affrontati nella proiezione del cortometraggio “Cristalli” che, dopo la Prima di Acqui Terme, sarà presentato domenica 15 aprile al Museo della Gambarina di Alessandria, a partire dalle ore 17. Il progetto “Si vede bene solo con il cuore”, di cui Cristalli rappresenta un perno, nasce dalla collaborazione tra AIDO, Unione Italiana Ciechi e Massimo Accornero ONLUS ed è volto a dare vita a un percorso formativo rivolto ai bambini della scuola primaria e concentrato sui temi della cecità e della donazione di organi, cellule e tessuti. La sinergia tra le varie associazioni ha prodotto un percorso innovativo e stimolante che ha visto il coinvolgimento della Scuola Primaria di Strevi (AL) dove alcuni alunni hanno deciso di riunirsi in una classe “braille” per imparare ed utilizzare il metodo. Dalla conoscenza alla rielaborazione e produzione, gli studenti si fanno interpreti di un prodotto cinematografico che svolge il duplice ruolo di consolidatore dell’esperienza per i diretti interessati e canale di comunicazione per altre classi sul territorio e non solo. Trenta minuti toccanti che raccontano la storia di Sabrina, bambina cieca e tetraparesica, e del sogno di suo fratello Nicolò di trovare per lei la “grotta della luce”; i genitori apprensivi e protettivi da un lato e l’artigiano del paese Cicul completano l’intreccio di una narrazione che, attraverso la riparazione di un sommergibile giocattolo, vedrà cambiare profondamente la vita dei due bambini e di Cicul. Le emozioni giungono veicolate da una produzione di altissimo livello che vede coinvolti professionisti del video come il regista Fabio Solimini, il compositore Alessandro Russo e il direttore della fotografia Pino Quini. La giornata di domenica vedrà anche l’intervento del fisarmonicista Carlo Fortunato. Luce, cristallo, vista e cuore: un turbinio di elementi che ben si combinano e si dispongono a presentarci un momento di intrattenimento e riflessione, un pomeriggio per cogliere quell’essenziale “che è invisibile agli occhi”. Guido Fara (Da “La Voce Alessandrina” del 14.04.2012)
torna su