AIDO Provinciale Catania

www.aido.it/catania
« indietro

Trapianti di organi: la Sicilia supera la media Nazionale. A Catania in un incontro organizzato dall’A.I.D.O.

03/05/2012
“Secondo i dati del Centro Nazionale Trapianti per la prima volta, nei primi tre mesi del 2012 ,nei trapianti di organi la Sicilia ha superato la media nazionale facendo registrare così una controtendenza al dato negativo che poneva l’Isola agli ultimi posti della classifica delle regioni”. Questa è stata la notizia positiva che Sergio Pintaudi, direttore del U.O. di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale Garibaldi, ha dato ai partecipanti all’incontro organizzato dall’A.I.D.O. nei locali dell’Ordine dei Farmacisti i Catania. Sul tema “Prelievi e Trapianti in Sicilia - il ruolo della Federazione Italiana dei medici di Famiglia con le altre figure sanitarie” hanno offerto un valido contributo scientifico diversi professionisti. Dopo l’introduzione al tema da parte del responsabile provinciale dell’A.I.D.O., Santo Reina, ed il saluto del presidente dell’Ordine dei farmacisti prof. Giovanni Puglisi, Domenico Grimaldi, dirigente nazione della Fimmg ha parlato dell’importante ruolo che deve svolgere il medico di famiglia nel contesto delle problematiche che ruotano attorno alla diffusione della cultura della donazione, del prelievo e del trapianto degli organi. “Solo attraverso una lavoro sinergico delle diverse figure sanitarie - ha sottolineato Grimaldi – si possono ottenere dei buoni risultati”. La coordinatrice dei prelievi d’organo dell’azienda Ospedaliera Cannizzaro, Carla Giansiracusa, ha parlato dell’identificazione del potenziale donatore e dei criteri organizzativi e diagnostici sull’accertamento della morte cerebrale. La farmacista Rita Asero ha parlato dell’impiego e gli effetti degli immunosoppressori, farmaci usati anche per prevenire il rigetto degli organi trapiantati. Agata Lanteri, dell’Asp 3 ha parlato delle modalità per dichiarare la volontà ad autorizzare il prelievo dei propri organi. Giovanni Di Rosa, ordinario di Diritto Privato e Biodiritto dell’Università di Catania, ha affrontato l’argomento dal punto di vista legale e sociale. Ha chiuso le relazioni Michele Tuttobene, referente della formazione dell’A.I.D.O., che ha esaltato il valore della donazione. [Nella foto da sx: Giansiracusa, Lanteri, Asero, Puglisi, Di Rosa, Tuttobene, Reina]. Giuseppe Petralia
torna su