AIDO Provinciale Monza e della Brianza

www.aido.it/monza___brianza
« indietro

Eleanor Green: dagli Stati Uniti in Brianza per partecipare ad alcuni incontri dedicati al fratello Nicholas ucciso quindici anni fa in Calabria.

02/10/2009
Eleanor Green, oggi diciannovenne, è stata ospite del Gruppo comunale di Giussano e della Sezione Provinciale A.I.D.O. di Monza e della Brianza che hanno organizzato alcuni incontri ai quali hanno partecipato studenti, cittadini ed autorità. Quindici anni fa (era il 1 ottobre 1994) il gesto della famiglia Green scosse gli animi di milioni di persone in tutto il mondo: consentì il prelievo di sette organi dal corpo del loro congiunto trasformando il dramma più grande in un alto gesto di altruismo e generosità. Da allora si è scatenato "l’effetto Nicholas": le donazioni in Italia e nel mondo sono notevolmente aumentate ed è nata una nuova cultura della donazione. Eleanor al momento della tragedia aveva solo quattro anni ed era seduta accanto al fratellino: nel conflitto a fuoco tra malavitosi rimase fortunatamente illesa. Eleanor Green ha partecipato ad una serie di avvenimenti tra cui un incontro con il Presidente e gli Amministratori della nuova Provincia di Monza e della Brianza, incontri con gli studenti della Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Milano Bicocca in Monza, gli studenti delle Scuole medie e dell’istituto superiore d’arte Modigliani di Giussano, poi ha inaugurato nella Galleria Civica di Monza la Mostra del 9° Concorso Grafico dell’AIDO Provinciale dal titolo ”Un’immagine per la vita” alla presenza delle autorità cittadine e di un folto pubblico. Momento significativo è stata anche la cerimonia tenuta al parco Nicholas di Giussano alla presenza degli amministratori comunali, alla quale è seguita anche una messa dedicata a tutti i donatori scomparsi. Infatti lo scorso anno l’Amministrazione comunale di Giussano aveva deliberato l’intitolazione di un parco cittadino al piccolo Nicholas Green. Infine anche un incontro con tutti i Gruppi comunali della Brianza, che si è tenuto presso la Sala Congressi dell’A.P.A Confartigianato della Provincia di Monza e Brianza. A tutti gli incontri Eleanor è intervenuta raccontando la storia della sua famiglia, con le motivazioni che hanno portato a donare gli organi del fratellino ucciso ed ha risposto con garbo e gentilezza alle numerose domande del pubblico.
torna su