AIDO Regionale Emilia-Romagna

www.aido.it/bologna__regionale_
« indietro

NEL NUOVO ANNO, CON LA CONSAPEVOLEZZA DELLE DIFFICOLTÀ, LA SERIETÀ DELL’IMPEGNO E LA PASSIONE PER I NOSTRI IDEALI

01/02/2013
Da sempre il Volontariato è abituato a fare i conti con le scarse risorse economiche e le difficoltà di gestione; tuttavia il pesante clima sociale che condiziona il nostro Paese, l’Europa ed il mondo intero, si riflette inevitabilmente sul Terzo Settore aumentando le preoccupazioni per la pianificazione delle attività future. La raccolta fondi tra i soci e i sostenitori, da sempre pilastro dei bilanci associativi, diminuisce, ed anche le possibili contribuzioni da enti pubblici e non, sono sempre più scarse. Diventa dunque indispensabile una scelta ponderata delle azioni da intraprendere e sostenere per i prossimi anni. Nondimeno il valore dell’attività volontaristica, come quella di AIDO, è ancor più significativo in un momento di pesante crisi delle Istituzioni, della rete dei servizi, del mondo economico: l’enorme lavoro efficiente ed efficace messo in campo dal Volontariato nella costruzione del capitale sociale viene riconosciuto maggiormente. Un esempio per tutti: le attività che i Volontari hanno intrapreso e continuano a sostenere nelle terre emiliane colpite dal sisma dello scorso maggio. Il 2012 è risultato un anno impegnativo ma anche soddisfacente: i cittadini hanno coscienza del tema donazione di organi, tessuti e cellule, e lo hanno dimostrato con diverse modalità. I contatti nelle nostre pagine sui social network o nel nostro sito, l’affluenza ai nostri punti informativi, il successo delle Giornate Nazionali di AIDO di ottobre con l’offerta dell’anthurium (ormai simbolo dell’Associazione), i riscontri alle iniziative della bella campagna pubblicitaria di Pubblicità Progresso, dove – sempre attraverso la rete (Facebook, Twitter o il sito dedicato) – le persone hanno espresso il loro consenso alla donazione di organi e cellule, formalizzandolo poi nelle procedure previste. Il recente successo delle iniziative sperimentate nella regione Umbria, quindi estese in alcune realtà della nostra regione, rappresenta un incoraggiante viatico verso un ampliamento delle possibilità di espressione dei cittadini. Nel progetto “Una scelta in comune”, intrapreso nelle città capofila di Bologna e Cesena, in occasione del rinnovo della carta d’identità, gli operatori degli Uffici Anagrafe locali chiedono al cittadino di esprimere il proprio parere in merito alla donazione di organi e tessuti. Tale parere viene poi automaticamente registrato nel SIT (Sistema Informativo Trapianti) cui le Amministrazioni Comunali sono collegate. Sono tutti strumenti che agevolano l’espressione della volontà del cittadino, che abbiamo constatato essere uno dei principali ostacoli alla scarsità di dichiarazioni formalizzate: le persone hanno poco tempo e quindi rendere semplice ed immediato tale atto, è cosa gradita e apprezzata. Certo, il tema della sensibilizzazione resta in tutta la sua importanza ed è qui che l’impegno di AIDO deve esprimersi al meglio. Dobbiamo continuare ad essere un punto di riferimento certo ed autorevole per i cittadini che vogliono informazioni corrette: un riferimento di garanzia, assieme alle associazioni dei trapiantati, nella politica di programmazione delle attività di prelievo e trapianto di organi, tessuti e cellule. Essere un riferimento per l’educazione alla socialità, alla solidarietà e alla responsabilità è un nostro preciso compito. Infine dobbiamo continuare a rappresentare la parte migliore della società civile, quel Volontariato che opera per la costruzione dei diritti di tutti, che nasce, cresce e si sviluppa perché convinto che un mondo migliore è possibile con l’impegno di tutti e insieme. Anzi, la consapevolezza che donare rappresenta anche il diritto di appartenere alla comunità, dovrà necessariamente vederci impegnati insieme a tutti gli ‘attori’ della rete, al fine di coinvolgere i ‘nuovi’ cittadini in questo grande progetto di cittadinanza. Nel 2013 AIDO festeggia il quarantesimo anniversario di fondazione: quarant’anni di impegno costante nel nostro Paese. Serietà e passione saranno le nostre parole d’ordine, come sempre.
torna su