AIDO Provinciale Imperia

www.aido.it/imperia
« indietro

Comunicato stampa

14/03/2013
Personale dell’AIDO della Sezione Provinciale di Imperia nel corso del mese è stato convocato a Roma presso la Sede Nazionale per un corso di informazione e formazione sul nuovo sistema informatico “SIA2” riguardante l’inserimento dati dei donatori. Dopo il discorso d’introduzione da parte del Presidente Nazionale Vincenzo PASSARELLI, che ha elogiato il servizio svolto da tutti gli appartenenti “VOLONTARI” dell’ associazione, per il generoso contributo dato alla cittadinanza e, per il lavoro svolto nell'ambito delle proprie competenze, è stata presentata la nuova piattaforma informatica in collegamento con quella del Ministero della Sanità per il conferimento dei dati dei donatori ai Centri Medici Ospedalieri preposti. Aggiornamenti significativi sono stati fatti in tema di comunicazione, infatti siamo presenti su Facebook. In Provincia di Imperia sono iscritte all’AIDO quasi quattromila persone tra uomini, donne e ragazzi e, tutt'ora ci giungono richieste d’iscrizione alla nostra associazione. Dal 2008 ad oggi nelle unità di rianimazione di Sanremo e Imperia ci sono stati 26 donatori. Di questi, alcuni per mancata autorizzazione dei familiari non sono stati donati gli organi, un caso per rischio inaccettabile inteso come, organo infetto per sieropositività o, per alcuni tumori maligni o, per infezioni sistemiche per le quali non esistono opzioni terapeutiche praticabili e, uno per non idoneità degli organi, ovvero, per presenza di patologie d'organo in atto che ne escludono l’espianto. l’idoneità dell’organo al trapianto è scrupolosamente valutata dai medici con specifici esami. In qualche caso, la patologia di uno o più organi non pregiudica l’ utilizzo di altri organi o tessuti per il trapianto. Per i restanti donatori, si è proceduto all'espianto di fegato, rene, cornea, cuore, polmone e pancreas, garantendo la sopravvivenza ed il miglioramento della vita dei riceventi. Attualmente in Italia ci sono 9.129 persone in lista di attesa per il trapianto. 1.324.080 hanno espresso il loro consenso alla donazione di cui, 116.618 registrati presso le ASL, 4.838 registrati presso i Comuni, 1.202.624 mediante iscrizione all’AIDO. Ricordiamoci il grande valore umano di aiuto verso il prossimo che tale gesto comporta. Un donatore moltiplica la vita. Io ho detto “SI” alla donazione degli organi e “TU”? Corrado M.
torna su