AIDO Provinciale Imperia

www.aido.it/imperia
« indietro

L’AIDO e il CISOM raccolgono vestiario e giocattoli per le famiglie bisognose dell’imperiese.

24/06/2014
L’AIDO di Imperia ed il Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta gruppo Albenga/Imperia, composta da volontari laici hanno organizzato una raccolta di vestiario, giocattoli libri ed altro per le famiglie bisognose, considerato il triste periodo di crisi generale in cui si sta vivendo. L’AIDO, che opera in sinergia col personale di altre Associazioni di volontariato, con i quali accomuna anche lo spirito di aiuto verso chi è in stato di necessità e bisogno, con quelli ricevuti in dono dal CISOM, sono andati a distribuirli equamente presso gli Enti ecclesiastici e caritatevoli della città di Imperia, che ne avevano fatto richiesta. Alla consegna della merce non sono mancate le parole di gratitudine e ringraziamento da parte dei nostri religiosi e dal personale operante, per la nobile iniziativa e la ricorrente attività intrapresa. Le due Associazioni oltre a svolgere i compiti previsti dai loro Statuti costitutivi si prestano nel loro operato in modo totalmente gratuito e senza alcun riconoscimento. Vi operano uomini e donne che s’impegnano ad aiutare il prossimo e disposti a collaborare insieme per dare un contributo alla collettività svolgendo attivamente la propria opera di volontariato. Diverse sono le iniziative avviate dai volontari dall’inizio dell’anno, ed altre ne verranno intraprese nell’intesa comune di continuare con lo spirito collaborativo che li lega da un unico filo, l’aiuto per i più deboli e per quelli in difficoltà. Un particolare ringraziamento va a tutte le famiglie che hanno contribuito alla riuscita di questo evento e al concessionario di automobili per il furgone, ma soprattutto a quei bambini che con sensibilità ed altruismo hanno voluto regalare i propri giocattoli ai loro coetanei più bisognosi e che purtroppo non possono avere. L’AIDO, pur continuando la sua opera primaria nel socio-sanitario, a divulgare e sensibilizzare i cittadini alla donazione degli organi come unico mezzo per salvare la vita umana, ricorda che ci sono numerose persone in attesa di trapianto e, continua a svolgere iniziative di volontariato a fianco dei religiosi insieme al Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta. Un ringraziamento va a tutti quelli che ci seguono, ci danno fiducia e credono in noi. La storia continua, noi ci mettiamo la serietà, la passione e l’entusiasmo di sempre.
torna su